Aleksandar Karađorđević

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandar Karađorđević
Александар Карађорђевић
PrinceAlexander I w.jpg
Principe di Serbia
In carica 14 settembre 1842 – 23 dicembre 1858
Predecessore Mihailo III (Obrenović)
Successore Miloš I (Obrenović)
Nascita Topola, 11 ottobre 1806
Morte Timișoara, 3 maggio 1885
Luogo di sepoltura Chiesa di San Giorgio, Topola
Casa reale Casato di Karadordevic
Padre Karađorđe
Madre Jelena Jovanović
Consorte Persida Nenadović
Figli Principessa Poleksija
Principessa Kleopatra
Principe Aleksij
Principe Svetozar
Pietro I di Serbia
Principessa Jelena
Principe Andrej
Principessa Jelisaveta
Principe Đorđe
Principe Arsen

Aleksandar Karađorđević (in serbo Александар Карађорђевић?; 11 ottobre 18064 maggio 1885) è stato principe di Serbia tra il 1842 ed il 1858. Era un membro della famiglia reale dei Karađorđević.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque nel 1806 a Topola in Serbia. Suo padre era Đorđe Petrović, conosciuto come Karađorđe, guida della prima insurrezione serba, sua madre Jelena Jovanović.

Dopo la destituzione dei principi Miloš e Mihailo Obrenović, Aleksandar fu dichiarato principe (1842) dalla Skupština serba, il Parlamento. Durante la sua legislatura venne introdotto il Codice Civile, e il primo ministro Ilija Garašanin redasse il primo programma politico della Serbia, che prevedeva la liberazione dei serbi dagli ottomani e dall'Impero austriaco così come l'unificazione di tutti gli slavi meridionali (jugo/sud+slavia/terra degli slavi) in una sola nazione. Perciò viene visto da molti come il fondatore dell'idea della Grande Serbia.

Il governo di Aleksandar non ebbe nell'insieme grande successo, poiché il potere dello stato era nelle mani degli Ustavobranitelji, i ministri così chiamati Ilija Garašanin e Toma Vučić Perišić. Quando si arrivò ad una crisi politica nel principato di Serbia, Aleksandar venne ritenuto responsabile e dovette abdicare nel 1858. Al suo posto si insediò il vecchio Miloš Obrenovic come principe. Aleksandar dovette lasciare la Serbia. L'ex principe morì nel 1886 in esilio a Timișoara nell'Ungheria del tempo e odierna Romania.

Il figlio di Aleksandar e temporaneamente erede al trono Principe Petar tornò al potere dopo un esilio decennale come Pietro I di Serbia: diventò nel 1903 Re di Serbia e primo re del Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Principe di Serbia Successore
Mihailo Obrenović III 1842-1858 Miloš Obrenović I

Controllo di autorità VIAF: 16244181 LCCN: n/86/38246