Adelaide d'Alsazia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adelaide d'Alsazia o di Tours (805 circa – dopo l'866) fu, come moglie di Corrado il Vecchio, contessa di Parigi, e poi, come seconda moglie di Roberto il Forte marchesa di Neustria.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Figlia secondogenita del conte di Tours, Ugo e della moglie Ava o Bava[1], come risulta dal testamento di Gerardo di Rossiglione, conte di Vienne[2]. La sorella primogenita di Adelaide era Ermengarda di Tours, che sposando Lotario I, era divenuta imperatrice[3].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo i Miraculis Sancti Germani, Adelaide, di natali gloriosi era la moglie del principe Corrado, anche lui di fulgida stirpe[4]. Infatti Adelaide aveva sposato il conte di Parigi, Corrado di Borgogna, detto il Vecchio († 862/6), figlio di Guelfo I di Baviera (769 circa-820), conte di Altdorf e di Edvige di Sassonia (767 circa-......). Le due sorelle di Corrado erano sposate con l'imperatore, Ludovico il Pio, Giuditta e con il re dei Franchi orientali, Ludovico II il Germanico, Emma.

Una composizione dei Poetae Latini è dedicata ad Adelaide[5].

Dopo la morte di Corrado il Vecchio, Adelaide, tra l'864 e l'866, sposò Roberto il Forte, come è indicato nelle Europäische Stammtafeln[6], vol II cap. 10[1](non consultate).

Roberto morì, nell'866, a Brissarthe durante la battaglia contro i Vikinghi[7].

Di Adelaide, rimasta vedova per la seconda volta, non si hanno più notizie e non si conosce l'anno della sua morte.

Figli[modifica | modifica sorgente]

Adelaide diede a Corrado cinque[1] o forse sei figli:

Secondo i Miraculis Sancti Germani Adelaide diede due figli a Roberto il Forte mentre secondo la Chronique de l'abbaye de Saint-Bénigne de Dijon Roberto il Forte conte d'Angiò ebbe due figli[8], che molto probabilmente non erano figli di Adelaide[9]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Foundation for Medieval Genealogy : Nobiltà alsaziana - ADELAIS
  2. ^ (LA) Rerum Gallicarum et Francicarum Scriptores, tomus XII: Ex Historia Vizeliancensis Monasterii , Pag 317
  3. ^ (LA) Monumenta Germanica historica, Scriptores, tomus II - Thegani Vita Hludovici Imperatoris pag 597
  4. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, Scriptores, tomus XIII, Ex Heirici Miraculorum Sancti Germani libro II, Pag 401
  5. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, Poetarum Latinorum Medii Aevi, Poetae Latini Aevi Carolini, tomus II, Ad Adalheidam, Pag 391
  6. ^ Le Europäische Stammtafeln sono una raccolta di tavole genealogiche delle (più influenti) famiglie europee.
  7. ^ (LA) Annales de Saint-Bertin , Pag 159
  8. ^ (LA) Chronique de l'abbaye de Saint-Bénigne de Dijon, Pag 109
  9. ^ Molto probabilmente, Roberto il Forte, sposò non Adelaide, ma una figlia di Corrado I e Adelaide, Emma di Welfen, prima dell'860, altrimenti se contrasse il matrimonio con Adelaide tra l'864 e l'866, avrebbe dovuto avere un'altra moglie (di cui non si hanno notizie), dopo Agane e prima di Adelaide, in quanto il figlio maggiore, Oddone era nato prima dell'860.
  10. ^ a b (EN) Foundation for Medieval Genealogy : Re capetingi - ROBERT "le Fort"
  11. ^ a b (EN) Genealogy : capetingi - Robert I "le Fort"

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie[modifica | modifica sorgente]

Letteratura storiografica[modifica | modifica sorgente]

  • René Poupardin, I regni carolingi (840-918), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 583–635

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]