465

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IV secolo · V secolo · VI secolo
Anni 440 · Anni 450 · Anni 460 · Anni 470 · Anni 480
461 · 462 · 463 · 464 · 465 · 466 · 467 · 468 · 469

Il 465 (CDLXV in numeri romani) è un anno del V secolo.

465 negli altri calendari
Calendario gregoriano 465
Ab Urbe condita 1218 (MCCXVIII)
Calendario armeno N.D.
Calendario bengalese N.D.
Calendario berbero 1415
Calendario bizantino 5973 — 5974
Calendario buddhista 1009
Calendario cinese 3161 — 3162
Calendario copto 181 — 182
Calendario ebraico 4224 — 4225
Calendario etiopico 457 — 458
Calendario induista
Vikram Samvat
Shaka Samvat
Kali Yuga

520 — 521
387 — 388
3566 — 3567
Calendario islamico Jahiliyya
Calendario persiano N.D.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • L'ufficiale di origine isaurica Tarasis (il futuro imperatore romano d'Oriente Zenone), membro della guardia imperiale dell'imperatore Leone I, entra in possesso di lettere scritte dal magister militum Ardaburio al sovrano sasanide Peroz I, con le quali lo invita ad invadere il territorio romano. Tarasis consegna le lettere a Leone, il quale le legge davanti al Senato e al padre di Ardaburio, Aspare, il quale si dissocia dal figlio; Ardaburio è deposto, Tarasis nominato comandante della guardia imperiale (tra la fine del 465 e l'inizio del 466).
  • Leone I e Aspare entrano in contrasto sulla nomina del collega di Leone per il consolato dell'anno successivo. Leone si avvicina a Tarasis.

Nati[modifica | modifica wikitesto]

Morti[modifica | modifica wikitesto]