Ypati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ypati
frazione
Υπάτη
Localizzazione
StatoGrecia Grecia
PeriferiaGrecia Centrale
Unità perifericaFtiotide
ComuneLamia
Territorio
Coordinate38°52′N 22°14′E / 38.866667°N 22.233333°E38.866667; 22.233333 (Ypati)Coordinate: 38°52′N 22°14′E / 38.866667°N 22.233333°E38.866667; 22.233333 (Ypati)
Superficie263 km²
Abitanti6 855 (2001)
Densità26,06 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale350 16
Prefisso22310
Fuso orarioUTC+2
TargaMI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Ypati
Ypati

Ypati (in greco Υπάτη) è un ex comune della Grecia nella periferia della Grecia Centrale (unità periferica della Ftiotide) con 6.855 abitanti secondo i dati del censimento 2001.[1]

È stato soppresso a seguito della riforma amministrativa, detta Programma Callicrate, in vigore dal gennaio 2011[2] ed è ora compreso nel comune di Lamia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta dell'antica città tessala di Ipata, nota, più che per vicende storiche, in letteratura latina, per essere il luogo in cui prende le mosse la trama del celebre romanzo Le Metamorfosi o L'asino d'oro di Apuleio. La città, trasfigurata letterariamente nel romanzo, appare permeata da un'atmosfera magica, nella quale è significativo il sinistro potere delle fattucchiere tessale.

Nel medioevo la città era nota come Neopatria e dal 1319 al 1458 è stata capitale del Ducato di Neopatria, fino alla conquista Ottomana.

Località[modifica | modifica wikitesto]

Ypati è suddiviso nelle seguenti comunità (i nomi dei villaggi tra parentesi):

  • Argyrochori
  • Dafni
  • Kastanea (Kastanea, Kapnochori)
  • Kompotades
  • Ladikou
  • Loutra Ypatis (Loutra Ypatis, Varka, Magoula, Nea Ypati)
  • Lychno (Lychno, Alonia)
  • Mexiates
  • Mesochori Ypatis
  • Neochori Ypatis
  • Peristeri
  • Pyrgos
  • Rodonia (Rodonia, Karya)
  • Syka Ypatis
  • Vasiliki
  • Ypati (Ypati, Amalota)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Censimento 2001 (XLS), su ypes.gr. URL consultato il 2 maggio 2011.
  2. ^ Programma Callicrate (PDF), su ypes.gr. URL consultato il 2 maggio 2011.
Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia