Yasuhikotakia modesta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Yasuhikotakia modesta
Yasuhikotakia modesta2.jpg Yasuhikotakia modesta.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Sottordine Cyprinoides
Famiglia Cobitidae
Sottofamiglia Botiinae
Genere Yasuhikotakia
Specie Y. modesta
Nomenclatura binomiale
Yasuhikotakia modesta
(Bleeker, 1864)
Sinonimi

Botia modesta
Bleeker, 1864
Botia rubripinnis
Sauvage, 1876

Yasuhikotakia modesta (Bleeker, 1864) è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Cobitidae ed alla sottofamiglia Botiinae, proveniente dall'Asia.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo pesce è presente soprattutto nel fiume Mekong, e preferisce i luoghi con frequente ricambio di acqua. Ama rifugiarsi tra rocce e radici sommerse[2]. Raggiunge la lunghezza di 25 cm[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il suo corpo è compresso sui fianchi, arcuato e piatto sul ventre. Vicino alla bocca, che è posizionata verso il fondo, ci sono dei barbigli. Poco sopra, vicino all'occhio, c'è un aculeo che si alza quando il pesce è spaventato[4]. Questo pesce ha una colorazione semplice: le sue pinne sono arancioni, e il corpo è sempre grigio.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie migratrice: migra negli affluenti per riprodursi[1].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta è carnivora ed è composta da invertebrati acquatici come insetti, vermi e crostacei[1] e molluschi[5].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È oviparo e la fecondazione è esterna. Non ci sono cure nei confronti delle uova[6].

Malattia[modifica | modifica wikitesto]

Le malattie comuni in questo pesce sono soprattutto dovute a batteri e a Ichthyophthirius multifiliis, che causa l'ittioftiriasi[7].

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Può essere allevato in acquario, ma non riprodotto, nonostante sia abbastanza diffuso in commercio[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Conway, K.W. & Juffe Bignoli, D, Yasuhikotakia modesta su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015.
  2. ^ Yasuhikotakia modesta su www.seriouslyfish.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  3. ^ a b (EN) Y. modesta su FishBase. URL consultato il 4 agosto 2015.
  4. ^ Pesci d'acquario di Dick Mills, Fabri Editori
  5. ^ Alimentazione. URL consultato il 7 aprile 2014.
  6. ^ Riproduzione. URL consultato il 7 aprile 2014.
  7. ^ Malattie. URL consultato il 7 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci