Yahoo! Auctions

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yahoo! Auctions
sito web
URLwww.auctions.yahoo.com su Wayback Machine (archiviato il 16 giugno 2007)
Tipo di sitoAsta
ProprietarioYahoo!
Creato daYahoo!
Lancio14 settembre 1998

Yahoo! Auctions è un servizio lanciato da Yahoo! nel 1998 per competere con eBay.

Attualmente il servizio è attivo solo in Hong Kong, Taiwan e Giappone; Yahoo! ha interrotto il servizio in Stati Uniti, Canada, Singapore, Regno Unito e Irlanda. Negli Stati Uniti e in Canada il sito è stato chiuso il 16 giugno 2007. A Singapore il sito è stato chiuso il 22 settembre 2008. Nel Regno Unito e in Irlanda è stato chiuso il 28 giugno 2002. Durante l'arresto del servizio in Regno Unito e in Irlanda, Yahoo! ha preso l'insolita iniziativa di avallare il suo principale rivale di aste, eBay, come loro servizio "preferito".

Yahoo! Auctions era preferito da alcuni venditori per la sua politica di non pagare le tasse — dato che tutti i soldi entravano con la pubblicità. Gli utenti di Singapore hanno scelto di rifuggire su eBay dopo la chiusura di Yahoo! Auctions in Singapore, affermando che le tasse erano alte ed era un sito web ingombro.

SOLD.com.au[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2001, Yahoo! acquistò SOLD.com.au, un importante concorrente di eBay in Australia. Al sito gli fu dato un nuovo indirizzo all'interno del dominio yahoo.com. Nell'agosto 2003, Yahoo! annunciò che il sito sarebbe stato chiuso e gli utenti sarebbero stati diretti su eBay.

Yahoo! Wallet[modifica | modifica wikitesto]

Yahoo! Wallet è un concorrente meno conosciuto di PayPal. Yahoo! Wallet è stato progettato per l'utilizzo in siti web di proprietà di Yahoo! come Yahoo! Music e Yahoo! Auctions. Allo stesso modo, i nuovi utenti di Auctions sono tenuti a confermare la loro identità entrando nel loro numero di carta di credito in Wallet. Il servizio è ancora in funzione.

Yahoo! Kantan kessai (Yahoo!かんたん決済 Yafū kantan kessai?) è un servizio simile per pagare le aste giapponesi usando entrambi i conti bancari presso alcune banche giapponesi, o una carta di credito emessa da una banca giapponese. Per poter utilizzare una carta di credito, la banca deve registrare il tuo nome scritto in katakana, che blocca in modo efficace l'uso di tutte le carte non giapponesi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]