War Horse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi War Horse (disambigua).
War Horse
Titolo originaleWar Horse
AutoreMichael Morpurgo e Michael Morpurgo
1ª ed. originale1982
Genereromanzo
Lingua originaleveneta

War Horse è un romanzo per ragazzi scritto da Michael Morpurgo e pubblicato nel 1982 da Kaye & Ward.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è ambientato durante la prima guerra mondiale e racconta la storia del cavallo Joey, e di un ragazzo di nome Albert.

Albert addestra Joey e passa tutto il tempo con lui, i due si vogliono molto bene tanto che, se il ragazzo fischia, Joey arriva subito. Sfortunatamente il padre di Albert, pieno di debiti, è costretto nel 1914 a vendere Joey alla Cavalleria inglese. Quando Albert lo scopre si dispera e vuole entrare in Cavalleria per stare con Joey, ma ha solo 15 anni e non può fare altro che fidarsi del capitano Nicholls, che cavalcherà il cavallo. Il capitano Nicholls gli invia delle lettere per tenerlo informato e anche un ritratto del suo cavallo. Purtroppo però il capitano muore ben presto.

Gli inglesi attaccano i tedeschi, recuperando i cavalli ancora in vita come Joey. Così, nel 1918 il cavallo torna dalla parte degli inglesi, ed Albert maggiorenne e ormai entrato a far parte dell'esercito arriva in un ospedale da campo dove ritroverà Joey.

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2007 esiste un adattamento teatrale del libro, firmato da Nick Stafford.

Nel novembre 2008 BBC Radio 2 ha trasmesso un adattamento radiofonico dell'opera, interpretato da Timothy Spall, Brenda Blethyn e Bob Hoskins.

Nel 2011 è stato distribuito un adattamento cinematografico dal titolo omonimo, War Horse diretto da Steven Spielberg ed interpretato da Jeremy Irvine, Benedict Cumberbatch, Emily Watson, Tom Hiddleston e David Kross.

Traduzione in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è stato pubblicato da Rizzoli nella traduzione di Claudia Manzolelli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]