Wäldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wäldi
comune
Wäldi – Stemma
Wäldi – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Thurgau matt.svg Turgovia
DistrettoKreuzlingen
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°38′00″N 9°05′00″E / 47.633333°N 9.083333°E47.633333; 9.083333 (Wäldi)Coordinate: 47°38′00″N 9°05′00″E / 47.633333°N 9.083333°E47.633333; 9.083333 (Wäldi)
Altitudine610 m s.l.m.
Superficie12,3 km²
Abitanti1 050 (2016)
Densità85,37 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiErmatingen, Kemmental, Raperswilen, Tägerwilen, Wigoltingen
Altre informazioni
Cod. postale8564
Prefisso071
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS4701
TargaTG
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Wäldi
Wäldi
Wäldi – Mappa
Sito istituzionale

Wäldi (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 1 050 abitanti del Canton Turgovia, nel distretto di Kreuzlingen.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 ha inglobato i comuni soppressi di Engwilen, Lipperswil (che a sua volta nel 1812 aveva inglobato il comune soppresso di Hattenhausen-Hefenhausen[1]) e Sonterswil[2].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa riformata
  • Chiesa riformata, eretta nel 1723[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella (con Engwilen, Lipperswil e Sonterswil)[2]:

Abitanti censiti

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Erich Trösch, Lipperswil, in Dizionario storico della Svizzera, 3 aprile 2007. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  2. ^ a b c Erich Trösch, Wäldi, in Dizionario storico della Svizzera, 10 aprile 2013. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  3. ^ Verena Rothenbühler, Engwilen, in Dizionario storico della Svizzera, 9 novembre 2004. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  4. ^ Erich Trösch, Sonterswil, in Dizionario storico della Svizzera, 11 gennaio 2012. URL consultato il 28 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN307319251
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera