Voivoda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Armatura di voivoda moscovita del XVII secolo, fotografia del XIX secolo.

Voivòda[1] (in serbo Војводa/ Vojvoda, in bulgaro Войвода, in ucraino Воєвода, in russo Воевода, in polacco Wojewoda, in rumeno Voievod, in albanese Vojvodë) è un termine di origine slava che designa in origine il comandante di un'unità militare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Usato sin dall'età medievale, il titolo veniva attribuito ai governatori o ai capi dei territori in Polonia, Russia, Serbia, Moldavia, Bulgaria, Romania e Albania; in questi ultimi tre paesi il titolo era anche proprio del principe ereditario. Quello di voivòda era anche il grado militare più elevato tra i serbi dell'ex-Jugoslavia. Durante la seconda guerra mondiale, inoltre, i capi della resistenza cetnica avevano il titolo di Vojvòda cètnico (in serbo Војвода четнички / Vojvoda četnički).

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio sul quale governa un voivoda si chiama voivodato. In Polonia, il voivodato polacco corrisponde alla principale divisione amministrativa. Deriva da voivoda pure la provincia autonoma serba di Voivodina, situata a nord della Serbia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zingarelli, Dizionario, Zanichelli, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4288899-2