Vitus (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vitus
Vitus-film.jpg
Una scena del film
Lingua originaletedesco, inglese
Paese di produzioneSvizzera
Anno2006
Durata120 min
Generedrammatico
RegiaFredi M. Murer
SceneggiaturaPeter Luisi, Fredi M. Murer, Lukas B. Suter
ProduttoreChristian Davi, Christof Neracher
Casa di produzioneVitusfilm GmbH
FotografiaPio Corradi
MontaggioMyriam Flury
MusicheMario Beretta
ScenografiaSusanne Jauch
CostumiSabine Maurer
TruccoRonald Fahm, Martine Felber
Interpreti e personaggi

Vitus è un film del 2006 diretto da Fredi M. Murer.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Vitus è un bambino prodigio, di dodici anni, in grado di suonare il pianoforte con maestria sin dall'età di sei anni, gran giocatore di scacchi e lettore di enciclopedia. I genitori, date le sue capacità, lo iscrivono in una scuola prestigiosa, ma frequentata da ragazzi più grandi.

In cuor suo Vitus vorrebbe essere un ragazzo normale e frequentare i suoi coetanei, e l'unico in grado di capire il suo stato è suo nonno, con cui condivide la passione per il volo. Una notte si butta dal balcone e finge, per la caduta, di aver perso tutte quelle capacità che lo contraddistinguevano dagli altri bambini, e, si considera una persona normale: ciò porta allo sconforto dei genitori, in particolare della madre che cade in depressione. Il nonno scopre l'inganno, ma mantiene il segreto. Grazie alla sua intelligenza, Vitus fa diventare ricco suo nonno e fa riavere il posto di lavoro a suo padre. Il giorno seguente il nonno di Vitus si fa male e due giorni dopo muore. Alla fine, per non scoraggiare ulteriormente i genitori, Vitus torna ad essere se stesso e a riacquisire tutte le capacità che la natura gli ha dato e che lo rendevano speciale e praticamente unico.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema