Vito Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vito Rosa
Vito Rosa.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature V, VI, VII, VIII
Gruppo
parlamentare
DC
Circoscrizione Puglia
Collegio Bitonto
Incarichi parlamentari
  • Sottosegretario di Stato al Ministero per la Marina Mercantile dal 1976 al 1978 (IV Governo Andreotti)
  • Sottosegretario di Stato al Ministero per il Turismo e lo Spettacolo nel 1979 (V Governo Andreotti)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Professione insegnante

Vito Rosa (Canosa di Puglia, 21 maggio 1921Zurigo, 3 febbraio 1990) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Canosa di Puglia, presta servizio di leva durante la seconda guerra mondiale, partecipando alla campagna del Nordafrica. Nel 1941 si salva dall'affondamento, al largo di Siracusa, del transatlantico Conte Rosso, su cui era imbarcato insieme a circa 2500 militari diretti in Libia. Partecipa alla battaglia di El Alamein. Dapprima prigioniero nel Marocco francese, in seguito, nel maggio del 1943, per uno scambio di prigionieri è trasferito in Arkansas, negli Stati Uniti, dove rimane in stato di detenzione per tre anni. Non collabora con gli americani e, rientrato in Italia, dopo la Liberazione, viene decorato con la croce di guerra al valor militare.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Sindaco di Canosa di Puglia dal 1957 al 1960, dai primi anni sessanta è tra gli esponenti di primo piano della Democrazia Cristiana in provincia di Bari: segretario amministrativo provinciale dal 1959 al 1962; segretario politico dal 1963 al 1968; consigliere provinciale dal 1960 al 1970. Dal 1960 al 1963 è assessore provinciale ai Lavori Pubblici, e nel 1965 è nominato presidente del Consorzio dell'Area per lo Sviluppo Industriale di Bari. Occuperà tale incarico sino al 1976.

Nel 1968 è eletto senatore della Repubblica nel collegio di Bitonto: manterrà tale carica sino al 1983, per quattro legislature, durante le quali è componente delle Commissioni Difesa, Antimafia, Mezzogiorno e Programmazione Economica, Bilancio e Partecipazioni Statali. Dal 1972 al 1976 è segretario del gruppo parlamentare della Democrazia Cristiana.

È nominato sottosegretario di Stato al Ministero della marina mercantile dal 1976 al 1978, durante il III e IV governo Andreotti, e sottosegretario di Stato al Ministero del turismo e dello spettacolo nel 1979, durante il V governo Andreotti.

Fervido sostenitore del moroteismo, fu tra i pochissimi uomini politici a partecipare, nel 1978, ai funerali privati di Aldo Moro a Torrita Tiberina.