Virtual Network Computing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I Virtual Network Computing (o VNC) sono applicazioni software di accesso/controllo remoto utilizzate per l'amministrazione del proprio computer a distanza[1], potendo essere anche usate per controllare in remoto server che naturalmente non posseggono né monitortastiera. Tipicamente si tratta di tools ad interfaccia testuale; quando sono ad interfaccia grafica si parla di applicazione di desktop remoto.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

VNC è stato creato inizialmente nel laboratorio della Olivetti & Oracle Research Lab, mantenuto poi dalla Olivetti e Oracle Corporation.

Nel 1999 AT&T ha acquistato il laboratorio, quindi nel 2002 ha chiuso definitivamente la parte di laboratorio dedicata alla ricerca.[2]

Descrizione [3][modifica | modifica wikitesto]

Il sistema è composto da un server e da un viewer (client): i VNC server sono applicazioni software da installare sulla macchina da controllare a distanza e rappresentano un modo comodo per poter gestire molti computer in rete (Internet o Intranet che siano) utilizzando una sola postazione, la quale deve essere munita di un viewer che permette di vedere e utilizzare le periferiche del computer da controllare.

Installando un server VNC sulla propria macchina ed impostando una opportuna password si consente ai client VNC di ricevere una immagine dello schermo e di inviare input di tastiera e mouse al computer server tramite una connessione remota. In pratica si può gestire il computer server da un'altra postazione, come se fosse il proprio computer fisico (applicazione di desktop remoto).

Software[modifica | modifica wikitesto]

Il software necessario è spesso open source, e questo ha contribuito al diffondersi di moltissime versioni che migliorano sicurezza o velocità.

Tra il software più utilizzato troviamo:

Il protocollo di comunicazione usato a livello di trasporto è il TCP sulla porta di default 5900, ma è possibile usare anche una interfaccia HTTP (solitamente utilizzata per connessioni da parte di client scritti in Java) sulla porta 5800.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Controllo e accesso VNC (Virtual Network Computing) con Remote Desktop, su Apple Support. URL consultato il 17 giugno 2020.
  2. ^ John Locke, Soluzioni open source per la PMI. URL consultato il 17 giugno 2020.
  3. ^ VNC (Virtual Network Computing), su raspberrypi.org. URL consultato il 17 giugno 2020.
  4. ^ (EN) İsmail Baydan, What Is VNC Remote Desktop Connection Default Port Number?, su poftut.com. URL consultato il 17 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]