Vincenzo Rustici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vincenzo Rustici, Caccia ai tori nel Campo di Siena (1585)
Vincenzo Rustici, La sfilata delle Contrade (1585)

Vincenzo Rustici (Siena, 15561632[1]) è stato un pittore italiano della Scuola senese, attivo tra il XVI ed il XVII secolo.

Fece parte di una famiglia di pittori: il padre Lorenzo era detto il Rustico[2] e il figlio Francesco veniva chiamato il Rustichino. Anche suo fratello maggiore Cristofano era pittore.

Fu allievo e collaboratore di Alessandro Casolani (di cui era cognato: nel 1582 la sorella Aurelia sposò Casolani[3]), e alla sua morte ne completò la Resurrezione di Lazzaro, posta poi all'interno della Basilica di San Francesco a Siena[4][5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sue opere senesi:

Ed inoltre:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Barzanti, Alberto Cornice, Ettore Pellegrini, Iconografia di Siena: rappresentazione della città dal XIII al XIX secolo, Siena, Monte dei Paschi di Siena, 2006, a pag. 242.
  2. ^ Lorenzo Rustici detto "Il Rustico", mps.it. URL consultato il 20 luglio 2013.
  3. ^ Alessandro Bagnoli, Patrizia La Porta (a cura di), Il piacere del colorire: percorso artistico di Alessandro Casolani, 1552/53-1607 : guida alla mostra, Centro Di, 2002, a pag. 46, ISBN 978-88-7038-381-2.
  4. ^ Francesco Gurrieri, La sede storica del Monte dei Paschi di Siena: vicende costruttive e opere d'arte, Le Monnier, 1988, pp. 376-378, ISBN 978-88-00-85604-1.
  5. ^ Padre Maestro Luigi de Angelis (a cura di), Vita del B. Pietro Pettinajo Sanese del terz' ordine di San Francesco, Siena, Stamperia della Comunità ed Arcivescovile, presso Francesco Rossi e figlio, 1802, a pag. 125.
  6. ^ Anna Benvenuti Papi, Siena. I luoghi della fede, Arnoldo Mondadori Editore, 2000, a pag. 95, ISBN 978-88-04-46782-3.
  7. ^ Anna Benvenuti Papi, Siena. I luoghi della fede, Arnoldo Mondadori Editore, 2000, a pag. 114, ISBN 978-88-04-46782-3.
  8. ^ Anna Benvenuti Papi, Siena. I luoghi della fede, Arnoldo Mondadori Editore, 2000, a pag. 129, ISBN 978-88-04-46782-3.
  9. ^ Daniele Ceccherini, Gli oratori delle contrade di Siena, Betti, 1995, a pag. 62.
  10. ^ Caccia dei tori in Piazza del Campo del 1546, mps.it. URL consultato il 20 luglio 2013.
  11. ^ Sfilata delle diciassette Contrade in Piazza del Campo nel 1546, mps.it. URL consultato il 20 luglio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN25707847 · LCCN: (ENnr91028961 · GND: (DE130298417 · ULAN: (EN500027908 · CERL: cnp00667764