Vincenzo Littara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vincenzo Littara (Noto, 31 dicembre 1550Agrigento, 3 maggio 1602) è stato un letterato, storico e teologo italiano.

Vincenzo Littara poeta, teologo e letterato, fu uno dei primi studiosi e scrittori di grammatica della lingua volgare.

Vincenzo Littara

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vincenzo Littara nacque a Noto nel 1550. Ancora ragazzo fu inviato a Sciacca per perfezionare lo studio della lingua italiana e della letteratura. Ritornato nella cittadina di Noto, dall'età di 20 anni all'età di 24, diede pubbliche lezioni con profitto e soddisfazione dei suoi discepoli. All'età di 24 anni si recò a Catania dove acquisì il presbiterato e intraprese studi di filosofia, teologia e infine di giurisprudenza, facoltà in cui conseguì la laurea.

Ritornato a Noto insegnò lettere, filosofia, matematica, geometria oltre che il diritto. Dalla sua scuola uscirono uomini di grande come lo storico siciliano Rocco Pirri. Littara oltre che conoscitore di letteratura e filologia, divenne un valente predicatore ed esercitò l'arte oratoria dai pulpiti di Noto, Palermo, Catania, Castrogiovanni, Sciacca e Girgenti.

Risiedette a Castrogiovanni nel periodo compreso tra il 1586 e il 1587, come precettore, sotto la protezione del nobiluomo Vincenzo Petroso per incarico del quale scrisse Historia Aennensis, compendio sulla storia della città di Enna.

Giovanni Oroscopo, vescovo di Girgenti, sorpreso e soddisfatto della profonda preparazione e della eloquenza del Littara, al fine di trattenerlo nella sua città lo nominò parroco della Chiesa di S. Michele di Girgenti. Il Littara morì a Girgenti il 3 di maggio del 1602.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN61232123 · ISNI (EN0000 0000 6154 0802 · SBN IT\ICCU\PALV\022069 · LCCN (ENno2003046497 · GND (DE1055534431 · BAV ADV11715182
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie