Viadotto San Pietro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Viadotto San Pietro
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàPaola
Coordinate39°20′09.45″N 16°03′35.83″E / 39.335957°N 16.059952°E39.335957; 16.059952Coordinate: 39°20′09.45″N 16°03′35.83″E / 39.335957°N 16.059952°E39.335957; 16.059952
Dati tecnici
Tipoponte a sbalzo
Materialecalcestruzzo armato
Lunghezza240 m
Luce max.74,40 m
Larghezza9,50 m
Carreggiate1
Corsie2
Realizzazione
ProgettistaAlfredo Passaro
Costruzione1967-1969
Mappa di localizzazione

Il viadotto San Pietro è un viadotto stradale italiano, posto sulla strada statale 107 Silana Crotonese nel territorio comunale di Paola.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il viadotto venne progettato dall'ingegner Alfredo Passaro[1] e costruito dall'impresa ILPC di Roma per conto dell'ANAS.[2]

I lavori ebbero inizio nel novembre 1967 e si conclusero nel giugno 1969.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un viadotto in calcestruzzo armato lungo complessivamente 240 m[1] e alto fino a 86,76 m.[2] Esso conta 5 campate, la maggiore delle quali è lunga 74,40 m.[1]

Le 4 campate maggiori furono costruite a sbalzo,[1] con impalcato in calcestruzzo armato precompresso sistema BBPV.[2] La campata lato Cosenza, di luce di 27 m, è invece semplicemente appoggiata alle due pile adiacenti.[1]

L'impalcato ha una larghezza di 9,50 m, sufficienti per la strada a carreggiata unica.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaetano Bologna, Germana Bonelli e Galileo Tarantino (a cura di), Viadotto S. Pietro per la superstrada Paola-Cosenza, in Realizzazioni italiane in cemento armato precompresso 1966/70, supplemento straordinario a L'Industria Italiana del Cemento, nº 6, Roma, AITEC, giugno 1970, pp. 132-135, ISSN 0019-7637 (WC · ACNP).