Venturi 400

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Venturi 400 GT
Descrizione generale
CostruttoreBandiera della Francia Venturi
Tipo principaleGran Turismo
Produzionedal 1994 al 1997
Sostituisce laVenturi 260 LM
Sostituita daVenturi 300 Atlantique
Esemplari prodotti15[1]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza4140 mm
Larghezza1990 mm
Altezza1170 mm
Massa1150 kg

La Venturi 400 è una vettura gran turismo da competizione prodotta dalla casa automobilistica francese Venturi, da cui è stata ricavata una versione stradale.

400 Trophy[modifica | modifica wikitesto]

La Venturi Trophy

La Venturi 400 Trophy, conosciuta anche solo come Venturi Trophy è un'automobile da competizione realizzata nel 1992 appositamente per competere nelle gare di turismo. Era spinta da un motore V6 biturbo con alesaggio a 90°, di 2975 cm³ di cilindrata. Il biturbo, di derivazione PRV/EIA, era in grado di erogare una potenza di 408 CV, con una coppia di 530 Nm e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi[2].

Grazie a Stéphane Ratel, direttore dei servizi di competizione della casa francese, fu creato il Gentlemen Drivers Trophy, un campionato creato appositamente per gareggiare con le 400 Trophy (in maniera simile a quanto aveva fatto Porsche con la Porsche Cup)[2]. Il principio proposto da Ratel era semplice, ed è stato ripreso in maniera simile da altri costruttori (per esempio da Ferrari con la FXX): oltre a vendere la vettura, venivano venduti per poco più di 100.00 Fr tutti i servizi necessari alla partecipazione alla competizione. Le auto avevano la stessa preparazione tecnica, il che garantiva le stesse possibilità di vincita per tutti i partecipanti, al di là delle possibilità finanziarie degli stessi. La prima edizione del trofeo è un successo, e il campionato prevede sei gare su altrettanti circuiti: Le Mans, Pau, Le Castellet, Nürburgring, Magny-Cours e Digione.

In totale furono disputati 4 stagioni del Gentlemen Drivers Trophy[2].

400 GT[modifica | modifica wikitesto]

Dalla versione corsaiola derivò la Venturi 400 GT, modello stradale la cui produzione fu decisamente molto più limitata (solo 13 esemplari della prima serie e 2 di una seconda). È stata presentata dal famoso pilota francese Henri Pescarolo[1] nel 1994 nella sede della società, a Couëron. Le principali differenze consistevano in una serie di piccole modifiche atte all'omologazione stradale, mentre il motore era lo stesso della versione da gara, con un cambio manuale a 5 rapporti e una velocità massima di 290 km/h[1]. Molto differente invece l'abitacolo, che era ovviamente di maggior qualità, riprendendo quello della Venturi 260. La 400 GT era dotata di marmitta catalitica, come nelle ultime versioni della 260.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (FR) VENTURI 400-GT (1994-1996) - COLLECTOR, su automobile-sportive.com, 23 dicembre 2004. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  2. ^ a b c (FR) VENTURI 400 Trophy (1992-1994) - ESSAI, su automobile-sportive.com, 22 novembre 2008. URL consultato l'11 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]