Valesca Tanganelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Valesca Tanganelli, vedova Pirolo (Firenze, 7 luglio 1907Borgo a Buggiano, 4 marzo 2020), è stata un'insegnante e supercentenaria italiana, che visse 112 anni e 241 giorni.

Ultima donna e persona italiana nata nel 1907, dall'11 dicembre 2019 fino alla morte ha detenuto il titolo di "decana d'Italia".

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Valesca Tanganelli nacque il 7 luglio 1907 a Firenze. Dopo la laurea in lettere conseguita nell'università della sua città, si trasferì a Buggiano, in provincia di Pistoia. Qui sposò il dottor Francesco Pirolo, con il quale ebbe due figli, Gioacchino e Daniela.

Durante gli anni '60 e '70, Valesca Tanganelli fu professoressa e preside in una scuola media. Dopo la pensione, si iscrisse ad un'università per anziani. Rimasta vedova già alla fine degli anni '70, visse poi da sola (anche se con una badante part-time). Tifosa della Fiorentina, fu un'appassionata di calcio per tutta la vita, frequentando regolarmente le partite allo stadio, anche da nonagenaria.

Supercentenaria da luglio 2017, dopo la morte di Anna Benericetti l'11 dicembre 2019 Valesca Tanganelli divenne la persona vivente più anziana in Italia.[1]

Si è spenta il 4 marzo 2020 all'età di 112 anni e 241 giorni,[2][3] cedendo lo scettro di decana d'Italia a Erminia Bianchini, nata nel 1908.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La preside Valesca Tanganelli è la donna più longeva d’Italia, su iltirreno.gelocal.it, 16 dicembre 2019. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  2. ^ Addio a Valesca Tanganelli, la donna più anziana d'Italia: aveva 112 anni, su iltirreno.gelocal.it, 4 marzo 2020.
  3. ^ Addio nonna Valesca, era la più anziana di tutta Italia: aveva 112 anni, su lanazione.it, 5 marzo 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]