Up from the Ashes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Up from the Ashes
Artista Don Dokken
Tipo album Studio
Pubblicazione 21 ottobre 1990
Durata 53:54
Dischi 1
Tracce 11
Genere Heavy metal
Pop metal
Hard rock
Etichetta Geffen
Produttore Don Dokken, Wyn Davis, Tom Zutaut
Registrazione 1990 - Total Access Recording, Redondo Beach, California
Formati CD, LP, MC
Don Dokken - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2008)

Up from the Ashes è il primo album da solista del cantante Don Dokken, pubblicato il 21 ottobre 1990 dalla Geffen Records.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo lo scioglimento dei Dokken nel 1989, il leader Don Dokken decise di assemblare una nuova formazione composta da John Norum (ex-Europe) e Billy White (ex-Watchtower) alle chitarre, Peter Baltes degli Accept al basso e Mikkey Dee (futuro Motörhead) alla batteria. Il batterista originario del progetto era Hempo Hildén, ai tempi nella band solista di Norum, ma venne rimpiazzato dopo un paio di sessioni fotografiche e non suonò nell'album.[1] Realmente l'intenzione del cantante era quella di continuare il progetto Dokken, tuttavia i vecchi membri si opposero a questa manovra vincendo la causa e così Don si trovò impossibilitato a chiamare il nuovo progetto con il suo cognome. Le sonorità dell'album comunque non si distaccavano molto da quelle che avevano portato i Dokken al successo, e infatti l'album riuscì ad ottenere un discreto riscontro di pubblico, anche se inferiore a quello dei precedenti lavori del gruppo. Furono realizzati i videoclip dei singoli Stay e Mirror Mirror che ricevettero airplay su MTV. Il brano When Love Finds a Fool venne co-scritto insieme a Glenn Hughes, il quale eseguì inoltre i cori presenti nella traccia.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Crash 'N Burn – 5:30 (Don Dokken, Billy White)
  2. 1000 Miles Away – 5:00 (Dokken, John Norum)
  3. When Some Nights – 4:27 (Dokken, Norum, White)
  4. Forever – 5:16 (Dokke, Wyn Davis)
  5. Living a Lie – 4:38 (Dokken, Norum)
  6. When Love Finds a Fool – 5:34 (Dokken, Glenn Hughes)
  7. Give It Up – 4:11 (Dokken, White)
  8. Mirror Mirror – 4:36 (Dokken, White, Mark Spiro)
  9. Stay – 4:28 (Dokken, Mick Brown)
  10. Down in Flames – 5:11 (Dokken, White)
  11. The Hunger – 5:03 (Dokken, White)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Album - Billboard (Stati Uniti)

Anno Classifica Posizione
1990 The Billboard 200 50

Singoli - Billboard (Stati Uniti)

Anno Singolo Classifica Posizione
1990 "Mirror Mirror" Mainstream Rock Songs 26

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Lite information om Hempo Hildén, grundare till greenrock.nu, su Greenrock.nu. URL consultato il 10 ottobre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]