Università della California, San Francisco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Università della California, San Francisco
The University of California 1868.svg
UCSF Medical Center and Sutro Tower in 2008.jpg
Il campus principale a Parnassus
Ubicazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
CittàSan Francisco
Dati generali
MottoFiat lux (Let There Be Light)
Fondazione1864
Tipopubblica
Facoltà3,000
RettoreSam Hawgood
Studenti4 904
Dipendenti24 000
AffiliazioniUniversità della California
Mappa di localizzazione
Sito web

L'Università della California, San Francisco (conosciuta come UCSF) è un'università pubblica facente parte dell'Università della California che si trova a San Francisco. L'università è interamente dedicata alle scienze della salute ed è un importante centro di ricerca e di insegnamento medico e biologico, ed è classificato come una delle migliori università nel campo biomedico nel paese e nel mondo. È stata fondata come Toland Medical College nel 1864 e nel 1873 divenne affiliata all'Università della California. L'Università è formate da cinque scuole: la scuola di medicina, la scuola di farmacia, la scuola di dentistica, la scuola di infermieristica e la divisione dottorale. Ha due principali campus, presso Parnassus Heights e presso Mission Bay.

La Scuola di Medicina della UCSF, la più vecchia degli Stati Uniti occidentali, è una delle scuole mediche più selettive degli Stati Uniti, nel 2015 hanno fatto domanda di ammissione 7.393 persone e 437 sono state intervistate per 149 posizioni nella classe di accesso.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Università della California, San Francisco traccia la sua storia a Hugh H. Toland, un chirurgo del South Carolina che trovò grande successo e ricchezza dopo aver trasferito a San Francisco nel 1852. Una scuola precedente, il Cooper Medical College dell'Università del Pacifico (fondata nel 1858), entrò in un periodo di incertezza nel 1862 quando morì il suo fondatore, Elias Samuel Cooper. Nel 1864, Toland fondò una nuova scuola medica, il Toland Medical College, e la facoltà di Cooper Medical College scelse di sospendere le operazioni e di aderire alla nuova scuola.

Nel marzo del 1873, i fiduciari del Toland Medical College lo trasferirono ai Reggenti dell'Università della California e divennero il Dipartimento di Medicina dell'Università della California. Al contempo, l'Università della California negozia anche l'incorporazione Del College of Pharmacy di California, istituito nel 1972 dalla Californian Pharmaceutical Society. Il College di Farmacia fu affiliato nel giugno del 1873 e insieme all'Università di Medicina e al Collegio Farmacologico vennero conosciuti come Collegi Affiliati. Il terzo college, il College of Dentistry, fu istituito nel 1881.

Espansione e crescita[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, i tre colleghi affiliati si trovavano in luoghi diversi intorno a San Francisco, ma verso la fine del secolo crebbe l'interesse per riunirli. Per fare ciò, il sindaco Adolph Sutro donò 13 ettari a Parnassus Heights alla base del Monte Parnassus (oggi noto come Monte Sutro). Il nuovo sito, che si affaccia sul Golden Gate Park, fu aperto nell'autunno del 1898, con la costruzione dei nuovi edifici affiliati.

Fino al 1906, la facoltà scolastica aveva prestato assistenza all'ospedale City-County (oggi l'Ospedale Generale di San Francisco), ma non aveva un proprio ospedale. Dopo il terremoto di San Francisco del 1906, più di 40.000 persone furono trasferite in una tendopoli improvvisata nel Golden Gate Park e furono accudite dalla facoltà di medicina. Ciò ha portò la scuola, fino ad allora situata nella periferia occidentale della città, a contatto con la popolazione e alimentò l'impegno della scuola verso la responsabilità civile e la sanità. Infine, nell'aprile del 1907 uno degli edifici fu ristrutturato per l'assistenza ambulatoriale con 75 posti letto. Ciò generò la necessità di formare gli studenti infermieristici e nel 1907 fu istituita la Scuola di Formazione per infermieri, aggiungendo una quarta scuola professionale agli Affiliati.

Le scuole hanno continuato a crescere in numero e nella reputazione negli anni successivi. Un evento notevole è stato l'incorporazione della Fondazione Hooper per la Ricerca Medica nel 1914, un istituto di ricerca medico secondario solo all'Università di Rockefeller. Questa aggiunta rafforzò il prestigio del sito di Parnassus durante una controversia sul fatto se le scuole dovessero consolidarsi a Parnassus o a Berkeley, dove alcuni dipartimenti si erano trasferiti. La decisione finale arrivò nel 1949 quando i Reggenti dell'Università di California designarono il campus Parnassus come UC Medical Center di San Francisco. Le strutture mediche furono aggiornate ei reparti tornarono a San Francisco da Berkeley. Durante questo periodo furono istituiti diversi istituti di ricerca e sono stati aggiunti molti nuovi impianti, come l'ospedale UC (225 camere), l'edificio Clinics (1934), la Langley Porter Clinic (1942) e il Herbert C. Moffitt Ospedale (1955). Nel 1958, l'aggiunta della Guy S. Millberry Union offrì dormitori e servizi per gli studenti.

La scuola guadagnò più indipendenza negli anni '60, quando cominciò ad essere vista come un campus in sè invece del centro medico del sistema universitario. I quattro dipartimenti funominati rinominati scuole e la divisione dottorale fu stata fondata nel 1961. A seguito di questa linea, nel 1964, l'istituzione ottenne la piena indipendenza amministrativa sotto il nome di Università di California, San Francisco Medical Center, diventando il nono campus dell'Università della California e l'unico dedicato esclusivamente alle scienze della salute. Il primo cancelliere sotto la nuova configurazione indipendente fu John B. de C.M. Saunders, precedentemente provosto, che aveva una forte preferenza per la formazione medica sulla ricerca. Questa posizione portò alla sua dimissioni e alla nomina di Willard C. Fleming, DDS, come secondo cancelliere nel 1966. Fleming portò l'equilibrio tra medici e ricercatori e una nuova stabilità stabile all'amministrazione. Alla fine degli anni Sessanta, l'università stava diventando un centro di ricerca d'eccellenza.

Fine del ventesimo secolo[modifica | modifica wikitesto]

Gli anni '70 videro un'espansione significativa di UCSF. L'aumento di ricercatori, medici e studenti richiese ulteriore spazio. La scuola infermieristica aprì il proprio edificio nel 1972 e il centro medico aprì il Centro di cura ambulatoriale nel 1973. La scoperta della tecnologia del DNA ricombinante da parte degli scienziati UCSF e Stanford a metà degli anni '70 aprì molti nuovi percorsi di ricerca e attirò più persone. Sul lato clinico, grandi progressi nella cura dei pazienti, nella diagnostica e nei trattamenti migliorarono la reputazione UCSF nel campo della salute.

Julius R. Krevans, il quinto cancelliere dal 1982 al 1993, fu un forte sostenitore della ricerca biomedica e della politica pubblica nelle scienze della salute. Durante la sua carica, UCSF divenne uno dei principali destinatari del finanziamento NIH. Ciò ha portato alla necessità di trovare nuovi spazi, inclusi nel 1978 il Centro di cura per bambini di Marilyn Reed Lucia, il Dental Clinics Building (1980), il nuovo ospedale Joseph M. Long nel 1983 (integrato con l'ospedale Moffitt esistente) E Beckman Vision Center e Koret Vision Research Laboratory (1988), e Biblioteca Kalmanovitz (1990).

A causa del limitato spazio del campus di Parnassus Heights, UCSF iniziò ad esaminare l'espansione in altre aree della città. L'università aprì UCSF Laurel Heights nel 1985 nel quartiere Laurel Heights. Sul lato occidentale della città, l'università acquisì l'ospedale Mount Zion nel 1990, che divenne il secondo sito clinico più importante e dal 1999 ospitò il primo centro completo di cancro nella California settentrionale. Sotto la cancelliera di Joseph B. Martin, UCSF si impegnò in una fusione sanitaria con Stanford Health e stabilì le basi per l'espansione a Mission Bay.

Ventunesimo secolo[modifica | modifica wikitesto]

Il centro per la ricerca sulla medicina rigenerativa

Un momento fondamentale nella storia dell'UCSF è stato l'accordo tra il vice cancelliere Bruce Spaulding e il sindaco di San Francisco Willie Brown per lo sviluppo del campus Mission Bay nel 1999. Il quartiere di Mission Bay era occupato da vecchi magazzini e cantieri ferroviari. Inizialmente, il campus era composto da 29,2 ettari donati dalla Catellus Development Corporation e 13,2 acri donati dalla città di San Francisco. Una successiva aggiunta di 14,5 ettari ha portato l'area campus totale a circa 57 ettari. Il campus di Mission Bay ha raddoppiato la ricerca dell'università e ha fornito nuove opportunità per la scoperta biomedica e la formazione degli studenti. La prima fase di costruzione costò 800 milioni di dollari e comprendeva quattro edifici di ricerca, un centro di comunità, un complesso di alloggi per studenti, due strutture di parcheggio e lo sviluppo di grandi spazi aperti.

Lo scienziato di fama J. Michael Bishop, destinatario del premio Lasker e del premio Nobel (insieme al professore UCSF Harold Varmus), divenne l'ottavo cancelliere nel 1998. Supervisionò uno dei principali periodi di transizione e crescita della UCSF, incluso lo sviluppo di Mission Bay e reclutamento di sostegno filantropico. Durante la sua carica, presentò il primo piano strategico completo per campus per promuovere la diversità e promuovere un ambiente di lavoro sostenuto. Il nono cancelliere Susan Desmond-Hellmann diventò la prima donna a guidare UCSF nel 2009 ed ebbe il compito di guidare l'università dopo la crisi finanziaria del 2007-2008. Nel 2009 il professore UCSF Elizabeth Blackburn vince il Premio Nobel per la Medicina, seguita da Shinya Yamanaka che la vince nel 2012.

Glia anni 2010 hanno visto incrementare la costruzione e l'espansione a Mission Bay, con il Centro di Ricerca cardiovascolare Smith, il Centro Medico UCSF a Mission Bay e l'Ospedale pediatrico Benioff nel 2010, il Centro Sandler Neurosceince nel 2012 e Mission Hall nel 2013 e l'Ospedale oncologico Baker. L'ospedale dei bambini è stato nominato da Mark Beniof, che ha donato 100 milioni di dollari verso la nuova struttura. Nel 2011 anche l'espansione è ripresa al campus di Parnassus, con la costruzione dell'edificio della medicina rigenerativa, una costruzione di 123 milioni di dollari progettata dall'architetto di Rafael Viñoly. Il Centro per le cellule staminali è stato nominato in onore di Eli Broad, che ha donato 25 milioni di dollari alla ricerca di diabete, malattie cardiovascolari, malattia di Parkinson, HIV / AIDS e cancro.

Il Mission Bay campus della UCSF

Nel 2014, UCSF ha celebrato il suo 150 ° anniversario con un anno di eventi. Nello stesso anno neonatologo e decano della Scuola di medicina UCSF Sam Hawgood è diventato il decimo cancelliere. Nel 2015 il campus di Mission Bay ha visto la grande apertura del nuovo centro medico UCSF a Mission Bay, un complesso ospedaliero integrato a 289 posti dedicato a servire i bambini, le donne e pazienti affetti da cancro. Negli ultimi anni, UCSF ha accresciuto la sua attenzione su nuove ricerche biomediche e ha attirato molti atti di filantropia. L'UCSF è diventato uno dei tre istituti (insieme a UC Berkeley e Stanford University), parte del BioHub, ospitato sul campus di Mission Bay. Il progetto è costituito da un nuovo centro di ricerca sulla scienza medica finanziato da un impegno di 600 milioni di dollari da CEO e fondatore di Facebook Mark Zuckerberg e Priscilla Chan, pediatra UCSF. Nel gennaio del 2017, UCSF ha annunciato un dono da 500 milioni di dollari della Fondazione Helen Diller per aumentare l'aiuto finanziario per docenti e studenti, investire in progetti di ricerca all'avanguardia e ampliare le borse di studio per la dental, Medici, infermieri e farmacisti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ meded.ucsf.edu, https://web.archive.org/web/20170722070807/http://meded.ucsf.edu/admissions/successful-applicant-profile-class-2020. URL consultato il 25 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN154407301 · ISNI (EN0000 0001 2297 6811 · LCCN (ENn81063172 · BNF (FRcb12005157w (data) · WorldCat Identities (ENn81-063172