Ugo Boncompagni, IV duca di Sora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crown of italian duke (corona normale).svg
Ugo Boncompagni, IV duca di Sora
Duca di Sora
Stemma
In carica 1636 –
1676
Predecessore Giacomo Boncompagni, III duca di Sora
Successore Gregorio Boncompagni, V duca di Sora
Trattamento Don
Nascita Sora, 19 luglio 1614
Morte Sora, 29 ottobre 1676
Dinastia Boncompagni di Sora
Padre Gregorio Boncompagni, II duca di Sora
Madre Eleonora Zapata
Consorte Maria Ruffo
Religione Cattolicesimo

Ugo Boncompagni, IV duca di Sora, detto anche Ugo I Boncompagni (Sora, 19 luglio 1614Sora, 29 ottobre 1676), è stato un nobile italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio secondogenito di Gregorio Boncompagni, II duca di Sora e di sua moglie, Eleonora Zapata, Ugo nacque a Sora il 19 luglio 1614. Destinato alla carriera ecclesiastica, ricevette la tonsura il 30 giugno 1627, ma con la morte del padre divenne il secondo in linea di successione e dopo la morte di suo fratello maggiore Giacomo nel 1636, abbandonò tale proposito per succedere ai titoli della sua casata. Papa Urbano VIII gli concesse dunque un seggio nel senato di Bologna come da tradizione della sua casata in quello stesso anno e re Filippo IV di Spagna gli confermò la successione al ducato di Sora.

Fedele suddito ed alleato della Spagna, quando questa si vide attaccare il proprio dominio del Ducato di Milano dai francesi nel 1640, ed in contemporanea dovette fronteggiare la rivolta della Catalogna, il Boncompagni diede mostra della propria fedeltà inviando delle proprie truppe a Milano, ricavandone poi la nomina a Capitano Generale del Regno di Napoli. Nel 1647, con lo scoppio dell'insurrezione guidata da Masaniello, Ugo prese parte all'organizzazione della reazione militare ed all'assemblea che elesse Gerolamo Tuttavilla quale comandante dell'esercito baronale. Per la repressione della rivolta, Ugo assoldò centro tra fanti e cavalieri a proprie spese e si impegnò in prima fila nella campagna militare, assistendo la difesa di Pozzuoli. Nel dicembre di quello stesso anno, ad ogni modo, venne richiamato dapprima a Napoli dal viceré duca d'Arcos per poi fare ritorno nei suoi feudi della Terra di Lavoro per poter affrontare in loco la banda popolana capeggiata da Domenico Colessa, detto "Papone", alla quale si erano uniti diversi contadini alle dipendenza dello stesso duca, motivo per cui quando la guerra fu vinta dagli aristocratici del regno, Ugo si lasciò andare ad una serie di vendette personali anche nel proprio ducato.

Morì a Sora il 29 ottobre 1676.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Ugo sposò nel 1640 Maria Ruffo, figlia di Francesco Ruffo, II duca di Bagnara, dalla quale ebbe dodici figli tra cui:

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Ugo Boncompagni, IV duca di Sora Padre:
Gregorio Boncompagni, II duca di Sora
Nonno paterno:
Giacomo Boncompagni, I duca di Sora
Bisnonno paterno:
Gregorio XIII
Trisnonno paterno:
Cristoforo Boncompagni
Trisnonna paterna:
Angela Marescalchi
Bisnonna paterna:
Maddalena Fulchini
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Nonna paterna:
Costanza Sforza
Bisnonno paterno:
Sforza Sforza, X conte di Santa Fiora
Trisnonno paterno:
Bosio II Sforza, IX conte di Santa Fiora
Trisnonna paterna:
Costanza Farnese
Bisnonna paterna:
Luigia Pallavicino
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
Elena Salviati
Madre:
Eleonora Zapata
Nonno materno:
Juan Bautista Zapata y Cisneros
Bisnonno materno:
Francisco Zapata y Cisneros, I conte di Barajas
Trisnonno materno:
Juan Zapata Osorio, V signore di Barajas ed Alameda
Trisnonna materna:
María Jiménez Cisneros
Bisnonna materna:
Maria Clara de Mendoza
Trisnonno materno:
Juan Suárez de Mendoza
Trisnonna materna:
María de Mendoza y Luna
Nonna materna:
Caterina Brancia
Bisnonno materno:
Ottavio Brancia, signore di Castelpagano
Trisnonno materno:
Giacomo Brancia
Trisnonna materna:
Caterna Brancia
Bisnonna materna:
Giulia Carafa
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?

Note[modifica | modifica wikitesto]


Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie