Uberto Visconti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Uberto Visconti (... – ante 1248[1]) è stato un nobile italiano, feudatario e signore di Massino, Albizzate e di Besnate. È considerato il capostipite della dinastia signorile di Milano[2][3][4].

Stemma Visconti

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Ruggero, console di Milano nel 1172 e podestà di Bergamo nel 1189. Venne tacciato di mancanza di sentimento religioso durante il concistoro di Clemente IV a Viterbo da parte dei Torriani al fine di impedire l'elezione di Ottone Visconti, suo figlio, ad arcivescovo di Milano[5].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Uberto sposò Berta Pirovano ed ebbero otto figli[6]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri di Italia. Visconti di Milano, Milano, 1832.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]