Tommaso Balasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tommaso Balasso
Nazionalità Italia Italia
Sci alpino paralimpico Pixel fill.png
Specialità Supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Categoria Ipovedenti
Ruolo Atleta guida
Squadra Fiamme Azzurre[1]
Termine carriera 2010
Palmarès
Paralimpiadi 1 2 2
Mondiali 0 2 3
Coppa del Mondo - Supergigante 1 trofeo
Coppa del Mondo - Gigante 1 trofeo
Coppa del Mondo - Supercombinata 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Tommaso Balasso detto Tom (Schio, 29 marzo 1981) è un ex sciatore alpino italiano, dal 2003 al 2010 atleta guida di Gianmaria Dal Maistro, sciatore ipovedente con il quale vinse diverse medaglie paralimpiche e iridate e tre Coppe del Mondo di specialità.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esperienza agonistica maturata negli anni[senza fonte], nel 2003 entrò a far parte della Nazionale italiana di sci alpino paralimpico nel ruolo di atleta guida dello sciatore ipovedente Gianmaria Dal Maistro (i due vengono indicati anche con il nomignolo "Tom & Jerry")[2]. In quella stessa stagione 2002-2003 vinsero la Coppa del Mondo di supergigante[1]; l'anno dopo ai Mondiali di Wildshonau 2004, esordio iridato di Balasso, conquistarono la medaglia d'argento nel supergigante e nello slalom gigante, quella di bronzo nello slalom speciale e si classificarono al 5º posto nella discesa libera[3].

Sempre in coppia con Dal Maistro esordì ai Giochi paralimpici a Torino 2006, dove vinse la medaglia d'oro nel supergigante e quella d'argento nello slalom gigante; nel 2009 ai Mondiali di Pyeongchang 2009, sua ultima presenza iridata, conquistò la medaglia di bronzo nello slalom gigante e nella supercombinata e si piazzò 8º nel supergigante e 4º nello slalom speciale[3][4].

Ai X Giochi paralimpici invernali di Vancouver 2010, dopo esser stati portabandiera durante la cerimonia di apertura, Balasso e Dal Maistro vinsero la medaglia d'argento nella supercombinata, quella di bronzo nello slalom gigante e nello slalom speciale e e si classificarono al 7º posto nel supergigante[2][3][4]. Nella stagione 2009-2010 vinsero le Coppe del Mondo di slalom gigante e di supercombinata[1]; si ritirarono in quello stesso 2010[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Paralimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 21 marzo 2006. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[5]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
«Campione paralimpico sport invernali - Atleta guida - Super G»
— Roma, 2006.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Tommaso Balasso, su sport.sky.it, Sky Sport. URL consultato il 14 aprile 2022.
  2. ^ a b c Claudio Arrigoni, Argento per Dal Maistro. Sesta medaglia Italia, in La Gazzetta dello Sport, 21 marzo 2010. URL consultato il 14 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2014).
  3. ^ a b c d (EN) Gianmaria Dal Maistro, su ipc.infostradasports.com. URL consultato il 14 aprile 2022.
  4. ^ a b (EN) Gianmaria Dal Maistro, su paralympic.org, Comitato Paralimpico Internazionale. URL consultato il 14 aprile 2022.
  5. ^ Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Tommaso Balasso, su quirinale.it, Presidenza della Repubblica Italiana, 21 marzo 2006. URL consultato il 14 aprile 2022.
  6. ^ Benemerenze sportive di Tommaso Balasso, su coni.it, Comitato olimpico nazionale italiano. URL consultato il 12 gennaio 2018.
  7. ^ a b Sito personale, su whiteworld.it. URL consultato il 14 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2011).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Alfiere dell'Italia ai Giochi paralimpici invernali Successore
Melania Corradini Vancouver 2010
(con Gianmaria Dal Maistro)
Andrea Chiarotti