Tit for tat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tit for Tat (disambigua).

Tit for tat è una strategia molto efficace nella teoria dei giochi per risolvere il problema del dilemma del prigioniero ripetuto. È stata introdotta da Anatol Rapoport nel 1980 nell'ambito di un concorso organizzato da Robert Axelrod per trovare la migliore strategia per affrontare il dilemma del prigioniero, vincendo il concorso.

Terminologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome, una locuzione inglese che corrisponde all'italiana pan per focaccia (nel senso di ritorsione equivalente), deriva dall'espressione tip for tap che potrebbe essere tradotta con "colpetto per colpetto" ovvero piccola ripercussione a fronte di una piccola provocazione.

Strategia[modifica | modifica wikitesto]

Un agente utilizzando questa strategia sarà inizialmente un collaboratore, in seguito risponderà con la stessa strategia delle mosse degli avversari: se l'avversario è stato a sua volta cooperativo, l'agente sarà cooperativo, in caso contrario no. Il concetto è simile a quello dell'altruismo reciproco in biologia.

Condizioni[modifica | modifica wikitesto]

L'applicazione della strategia dipende da quattro condizioni:

  • in partenza, e se non c'è stata provocazione, l'agente è sempre cooperativo;
  • se provocato l'agente si vendica;
  • l'agente perdona subito dopo essersi vendicato, tornando a essere cooperativo;
  • l'agente ha una consistente opportunità di competere con l'opponente più di una volta.

In quest'ultima condizione è importante che la competizione continui abbastanza a lungo da consentire un numero di ritorsioni/perdono sufficiente a generare un effetto a lungo termine più rilevante rispetto alla perdita di cooperazione iniziale.

Tit for two tats[modifica | modifica wikitesto]

La strategia denominata Tit for two tats è simile alla precedente ma viene attivata dall'agente solo dopo che l'opponente lo ha provocato per due volte

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bram Cohen, Incentives Build Robustness in BitTorrent, May 22, 2003, http://www.bittorrent.org/bittorrentecon.pdf

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica