Thomas Langley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Thomas Langley
pseudocardinale
Template-Cardinal (Bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1363 a Middleton
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo14 maggio 1406 da papa Innocenzo VII
Consacrato vescovo8 agosto 1406 dall'arcivescovo Thomas Arundel
Creato pseudocardinale6 giugno 1411 dall'antipapa Giovanni XXIII (non accettò la promozione)
Deceduto20 novembre 1437 a Bishop Auckland
 

Thomas Langley (Middleton, 1363Bishop Auckland, 20 novembre 1437) è stato vescovo di Durham e Lord cancelliere; dopo aver preso parte al Concilio di Pisa, venne creato pseudocardinale dall'antipapa Giovanni XXIII, ma non accettò la promozione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque ad Middleton intorno al 1363.

L'antipapa Giovanni XXIII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 6 giugno 1411.

Morì il 20 novembre 1437 a Bishop Auckland.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Decano di York Successore Prepozyt.png
Richard Clifford 4 novembre 1401 – 14 maggio 1406 John Prophet
Predecessore Lord Custode del Sigillo Privato Successore Coat of Arms of Henry IV of England (1399-1413).svg
Richard Clifford 4 novembre 1401 – 2 marzo 1405 Nicholas Bubwith
Predecessore Vescovo eletto di Londra Successore BishopCoA PioM.svg
Robert Braybrooke
(vescovo)
ottobre – dicembre 1404 Roger Walden
(vescovo)
Predecessore Lord Cancelliere Successore Royal Coat of Arms of the United Kingdom (HM Government).svg
Henry Beaufort 2 marzo 1405 – 30 gennaio 1407 Thomas Arundel I
Henry Beaufort 23 luglio 1417 – 16 luglio 1424 Henry Beaufort II
Predecessore Arcivescovo eletto di York Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Richard Scrope
(arcivescovo metropolita)
agosto 1405 – maggio 1406 Robert Hallam
Predecessore Vescovo di Durham Successore BishopCoA PioM.svg
Walter Skirlaw 14 maggio 1406 – 20 novembre 1437 Robert Neville
Controllo di autoritàVIAF (EN41339363 · ISNI (EN0000 0000 4373 5139 · LCCN (ENnb99117747 · WorldCat Identities (ENlccn-nb99117747