The Prophet (film 2011)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Prophet
Titolo originaleThe Prophet
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2011
Generedocumentario
RegiaGary Tarn
SoggettoKhalil Gibran
SceneggiaturaGary Tarn
ProduttoreGary Tarn, BJ Cunningham (produttore esecutivo)
FotografiaGary Tarn, Paul Frecker (per le foto post mortem)
MusicheGary Tarn
Interpreti e personaggi
Thandie Newton: voce narrante

The Prophet è un film del regista inglese Gary Tarn, presentato al Copenhagen International Film Festival il 9 novembre 2011. In Italia è invece apparso al Festivaletteratura di Mantova nel 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è una narrazione presa direttamente da testo del poeta e scrittore libanese Khalil Gibran, tale narrazione è sostenuta dall'attrice Thandie Newton.

Concepimento del film[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di fare un film tratto dal capolavoro di Khalil Gibran, Il profeta, balenò immediatamente al regista allorquando finì di leggerne una copia prestata da un amico, sebbene avesse sulla sua libreria un'altra copia mai letta. Gary Tarn capì che: «Il libro sembra avere le parole appropriate per i grandi momenti della vita, eppure li dice sottovoce, e la popolarità continua de Il profeta indica che tocca molte persone profondamente».

Inizialmente la voce narrante era stata pensata per un uomo, ma successivamente il regista, non trovandone una adatta, pensò d'affidare il compito ad una voce femminile, trovando tale idea da un film di Angelina Jolie che inizialmente era stato scritto per un uomo. La voce scelta fu quella di Thandie Newton.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese iniziarono a Beirut, città di Gibran, nel 2006, poco dopo gli scontri fra gli israeliani e il Libano, per questo, al fine di non essere arrestato, Gary Tarn dovette riprendere le immagini da dentro un taxi con i finestrini oscurati, cosa che determinò una certa colorazione a queste parti del film. Il proseguimento del lavoro non continuò in modo sistematico, bensì a balzi. Alla fine le immagini e le sequenze raccolte provenivano, oltre che dal già citato Libano (Beirut, Bsharri, Saida), dalla Serbia (Belgrado), dall'Italia (Milano, Lago di Garda), dalla Gran Bretagna (Londra, Wiltshire, Cornovaglia), dagli Stati Uniti (New York, New Bedford), dall'India (Pushkar, Jaipur, Ladakh), da Taiwan (Taichung) e dall'Irlanda (Dublino).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema