Teufelsberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Teufelsberg (disambigua).
Teufelsberg
Blick vom Berliner Funkturm 27.jpg
Vista del Teufelsberg con l'ex stazione radar statunitense
StatoGermania Germania
LandBerlino
Altezza120 m s.l.m.
Coordinate52°29′51.72″N 13°14′34.44″E / 52.4977°N 13.2429°E52.4977; 13.2429Coordinate: 52°29′51.72″N 13°14′34.44″E / 52.4977°N 13.2429°E52.4977; 13.2429
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Germania
Teufelsberg
Teufelsberg

Il Teufelsberg (letteralmente: «monte del diavolo») è una collina artificiale di Berlino, creata con le macerie della seconda guerra mondiale. Esso è posto nella foresta del Grunewald, nel territorio dell'omonimo quartiere.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Teufelsberg venne creato dal 1950 al 1972 con 26 milioni di metri cubi di macerie della seconda guerra mondiale, successivamente piantumate a verde.

Sulla cima le forze d'occupazione statunitensi costruirono una stazione radar impiegata per lo spionaggio della Repubblica Democratica Tedesca, che fu in uso fino al 1992. In seguito si decise di costruire un quartiere di ville con un albergo e impianti sportivi, ma dopo alcuni anni il progetto venne annullato.

Oggi le pendici del Teufelsberg sono ricoperte da una fitta vegetazione arborea; l'ex stazione radar, in stato di abbandono, venne posta nel 2018 sotto tutela monumentale (Denkmalschutz), in considerazione della sua importanza storica.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Katharina Beckmann, David Derksen, Robert Haesecke-Diesing e Florian Leitner, Field Station Berlin. Geheime Abhörstation auf dem Teufelsberg, Berlino, Edition Berliner Unterwelten, 20134, ISBN 978-3-943112-17-7.
  • (DE) Klaus Behling e Andreas Jüttemann, Der Berliner Teufelsberg. Trümmer, Truppen und Touristen, Berlino, Berlin Story Verlag, 2014, ISBN 978-3-95723-047-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN249439888 · LCCN (ENsh2016002878 · GND (DE7659132-3