Tetrosomus gibbosus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce piramide
Tetrosomus gibbosus.jpg

Humpback Turretfish - Tetrosomus gibbosus 2.jpg

Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Tetraodontiformes
Famiglia Ostraciidae
Genere Tetrosomus
Specie T. gibbosus
Nomenclatura binomiale
Tetrosomus gibbosus
Linnaeus, 1758

Il pesce piramide (Tetrosomus gibbosus (Linnaeus, 1758)) è un pesce osseo marino appartenente alla famiglia Ostraciidae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti i pesci scatola, il pesce piramide ha un aspetto caratteristico a causa del corpo ricoperto da un carapace osseo composto da piastre esagonali saldate che si apre solo in corrispondenza delle pinne, degli occhi, della bocca e dell'apertura delle branchie. In questa specie il corpo, in sezione longitudinale, ha sagoma triangolare larga sul ventre che si riduce a una cresta nella parte dorsale, con una prominenza a metà del dorso. Occhi grandi e sporgenti. Il muso è piuttosto lungo ed ha profilo concavo. La pinna dorsale è inserita anteriormente rispetto alla pinna anale. Pinne ventrali assenti. Ci sono varie spine rivolte indietro sul corpo, specie lungo il profilo ventrale laterale del carapace[2][3].

Di solito misura da 12 a 20 cm, la taglia massima nota è di 28 cm[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale della specie comprende l'oceano Indiano e la parte occidentale dell'oceano Pacifico nelle fasce tropicali e si estende fino al mar Rosso. Attraverso la migrazione lessepsiana è penetrato nel mar Mediterraneo orientale stabilendosi, con popolazioni piuttosto scarse, lungo le coste di Israele. Vive su fondi molli piuttosto profondi (fino a 50 metri nel Mediterraneo), sia nudi che coperti di vegetazione acquatica[2][3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Basata su invertebrati bentonici[2][3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Uova e giovanili sono pelagici[2].

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie ha carni tossiche e viene scartata. Viene catturata occasionalmente con le reti a strascico[1][2][3].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Il pesce Piramide viene pescato unicamente come pesce d'acquario e non è soggetto a una forte pressione. La degradazione dell'habitat e le catture accidentali sono altri due impatti che possono colpire la specie ma le popolazioni, disperse su un areale vastissimo, sembrano stabili. La IUCN classifica questa specie come a rischio minimo[1].

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Viene allevata negli acquari marini[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Tetrosomus gibbosus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ a b c d e f Scheda dal sito della CIESM, su ciesm.org. URL consultato il 10.01.2015.
  3. ^ a b c d (EN) Tetrosomus gibbosus, su FishBase. URL consultato l'11.01.2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]