Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tangyuan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tangyuan
YuanXiao.jpg
Una ciotola di tangyuan
Origini
Luogo d'origine Cina Cina
Diffusione Cina
Dettagli
Categoria primo piatto
Ingredienti principali farina di riso glutinoso
 

Il tangyuan (cinese tradizionale: 湯圓; cinese semplificato: 汤圆; pinyin: tāng yuán) è una pietanza cinese fatta di farina di riso glutinoso, può essere a scelta vuoto o ripieno. La farina di riso glutinoso viene ammassata con una piccola quantità d'acqua a formare delle palline, che vengono cotte e servite nell'acqua della bollitura. Tradizionalmente, questo cibo era mangiato durante la festa delle lanterne, o Yuanxiao.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente, il piatto ha subito diverse variazioni di nomi, a partire dall'era dell'imperatore Yongle della Dinastia Ming, in cui si chiamava ufficialmente yuanxiao, nome palesemente derivato dal termine cinese per indicare la festa delle lanterne. Esso significa letteralmente "prima sera", ad indicare il primo plenilunio dopo il Capodanno cinese, il quale accade sempre in un novilunio. Tale nome è tutt'oggi utilizzato a nord della Cina.

Nel Cina del sud, la medesima pietanza assume il diverso nome di tangyuan, oppure tangtuan. Secondo una leggenda, il nome le fu cambiato durante il regno di Yuan Shikai, dall'anno 1912 al 1916, che disapprovava il nome yuanxiao in quanto omofono di un altro che significa "rimuovere Yuan" (元宵). Il nome tangyuan significa letteralmente "palle rotonde in zuppa", mentre tangtuan assume il simile significato di "gnocco rotondo in zuppa".

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

Sia nei tangyuan ripieni che in quelli vuoti, l'ingrediente principale è costituito dalla farina di riso glutinoso. Il ripieno dei tangyuan può essere sia dolce che salato.

I più popolari ripieni dolci sono:

Portata[modifica | modifica wikitesto]

Tangyuan ripieno di pasta di fagioli rossi e sesamo

Il tangyuan viene cotto in acqua bollita, e se ripieno viene servito insieme all'acqua di cottura, da qui proviene il nome di "zuppa".

I tangyuan non ripieni sono serviti come parti di una zuppa dolce, mangiata come dessert e conosciuta nella cucina cantonese come tong sui, letteralmente "acqua zuccherata". I tipi più comuni di zuppa dolce sono:

Disponibilità[modifica | modifica wikitesto]

Le varietà più famose del dolce provengono da Ningbo e Wenzhou, località della provincia dello Zhejiang, ma sono tradizionalmente mangiate anche nel resto della Cina.

Originariamente, i tangyuan venivano associati alla festa delle lanterne e mangiati durante il suo svolgimento, ma in varie regioni hanno iniziato ad essere associati a tutto il periodo di festività del Capodanno cinese, oltre che al solstizio d'inverno. Al giorno d'oggi tale cibo può essere mangiato anche durante tutto l'anno, ed è possibile acquistarlo nei supermercati asiatici non solo in Cina, ma anche oltreoceano. Inoltre alcuni preferiscono friggere le palline, anziché bollirle.

Piatti simili[modifica | modifica wikitesto]

Nel Vietnam del sud esiste un piatto simile ai tangyuan, di nome chè xôi nước, servito in un liquido tiepido e dolce insaporito con radici grattugiate di zenzero. Nel Vietnam del nord vi è la variante bánh trôi, chiamata anche bánh trôi nước, e la bánh chay. Quest'ultima viene servita con il latte di cocco. Il Gulab jamun è un dessert indiano che ha delle caratteristiche simili, è fatto di palline di massa al latte fritte e servite in una ciotola di sciroppo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]