Tanfoglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fratelli Tanfoglio
Logo
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà in nome collettivo
Fondazione1948
Sede principaleInzino di Gardone Val Trompia
Persone chiaveMassimo Tanfoglio[1]
SettoreDifesa
Prodottiarmi da fuoco
Dipendenti50
Sito webwww.tanfoglio.it

La Fratelli Tanfoglio è una fabbrica italiana di armi da fuoco usate prevalentemente per la pratica sportiva[1], per la difesa personale e come dotazione per le forze dell'ordine[2]. Si trova a Inzino di Gardone Val Trompia (Brescia). Le armi della Tanfoglio sono esportate anche negli Stati Uniti d'America[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Bortolo Tanfoglio da Gardone Val Trompia produceva e assemblava bascule e acciarini. Nel 1948 Giuseppe Tanfoglio, figlio di Bortolo, fonda un'azienda che produce componenti d'arma, la "Fabbrica d'armi Tanfoglio Giuseppe". Con il tempo la società iniziò a svilupparsi dapprima producendo repliche di altre armi per poi crearne di proprie. Nel 1953 produce armi corte calibro 6,35mm e .22. Alla fine del 1960 nasce la Tanfoglio Giuseppe s.r.l., producendo pistole semiautomatiche e revolver[3][4]. Nel 1969 nasce la Fratelli Tanfoglio che produce pistole semiautomatiche da difesa in diversi calibri[5]. Nel 1986 inizia la realizzazione di modelli per uso sportivo[6], in particolare per competizioni tiro dinamico (IPSC e IDPA). L'azienda Fratelli Tanfoglio s.n.c. ha la propria sede di circa 4000 m² ad Inzino, una frazione del comune di Gardone Val Trompia con una produzione annuale di circa 30.000 unità ed esporta per l'85% della sua produzione[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ITCSFRENNLPLPTROESDE) Laura Starink e Toon Beemsterboer, Il boom delle pistole low cost, in Voxeurop, traduzione di Anna Bissanti, Parigi, 19 novembre 2010. URL consultato il 22 giugno 2021.
  2. ^ Stefano Di Marino, Il manuale delle armi da sparo, a cura di Franco Forte, Milano, Delos Digital, 2015, Tanfoglio TA90, ISBN 9788867758548.
    «[...] I fratelli Tanfoglio hanno prodotto quest'arma da pugno, venduta per difesa personale ma anche per le forze dell'ordine, su modello della CZ 75 ceca. [...] (azione singola, rinculo ridotto, proiettili 9rnm parabellum) [...] Ha una capacità di 15 colpi ed è stata realizzata anche nella versione Force Combat che può caricare anche proiettili 4OS&W e 45ACP. Caricatori [...] disponibili da 13,10 e 8 colpi a secondo del calibro [...]»
  3. ^ a b Antonio Fappani (a cura di), Gardone Val Trompia, in Enciclopedia bresciana, vol. 5, Brescia, La Voce del Popolo, 1982, OCLC 163181971, SBN IT\ICCU\MIL\0272993.
    «nel 1961 nasce la ditta Giuseppe Tanfoglio per la fabbricazione di pistole e revolver 32 SW, venduti soprattutto negli U.S.A.»
  4. ^ Antonio Fappani (a cura di), Tanfoglio Giuseppe, GT TARGA, in Enciclopedia bresciana, vol. 18, Brescia, La Voce del Popolo, 2002, OCLC 955149370, SBN IT\ICCU\BVE\0294400.
  5. ^ Antonio Fappani (a cura di), Fabbrica d'Armi fratelli Tanfoglio S.n.c., in Enciclopedia bresciana, vol. 4, Brescia, La Voce del Popolo, 1981, OCLC 163181951, SBN IT\ICCU\MIL\0272989.
    «fondata nel 1969, fabbrica ed esporta revolvers, pistole e parti d'armi. Ha sede in Gardone V.T. [...] Legale rappresentante Lino Tanfoglio»
  6. ^ Antonio Fappani (a cura di), Tanfoglio fratelli, s.r.l. – TANARMI, in Enciclopedia bresciana, vol. 18, Brescia, La Voce del Popolo, 2002, OCLC 955149370, SBN IT\ICCU\BVE\0294400.
    «Ditta di Gardone V.T. fondata da Giuseppe Tanfoglio. Fabbrica revolvers a singola azione e pistole automatiche. Nel 2000 [...] produsse "un'arma semiautomatica che non è più a chiusura geometrica [...] che sfrutta una nuova e particolare munizione [...]»
  7. ^ Azienda, su tanfoglio.it. URL consultato il 22 giugno 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]