Tahurwaili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tahurwaili
Re degli Ittiti
In carica prima metà del XV secolo a.C.
Predecessore Telipinu o Alluwamna
Successore Alluwamna o Hantili II
Altri titoli Re della Terra di Ḫattuša, gran Re, Re d'Hatti, signore di Kušara[1]

Tahurwaili (... – ...; fl. XV secolo a.C.) è stato un sovrano Ittita attorno alla prima metà del XV secolo a.C..

Successione[modifica | modifica wikitesto]

Tahurwaili non è menzionato in nessuna delle diverse "liste delle offerte" ai re o ai principi del regno ittita,[2] però la sua esistenza è confermata dalle impronte dei sigilli ritrovati ad Ḫattuša.[3]

Il suo regno si colloca tra Telepinu e Zidanta II, però la definizione esatta delle successioni reali in quel periodo (usualmente indicato come Medio Regno) è incerta. Spesso è posto dopo Alluwamna e persino dopo Hantili II in base alla stile del suo sigillo, ma Tahurwaili è menzionato in una delle lettere di Telepinu (KUB 26:77) e si suppone che fosse suo cugino, quindi è sensato assumere che regnò subito dopo di lui, anche perché, come fa notare Bin-Nun,[3] sappiamo che Telepinu esiliò Aluwamna (possibile successore a trono avendo sposato la figlia Harapšeki)[4], quindi sarebbe stato difficile per quest'ultimo salire al trono subito dopo la morte del suocero, viceversa sarebbe stato più facile per un altro membro della famiglia reale salire al potere per un certo periodo. È invece inverosimile collocare il regno di Tahurwaili dopo Hantili II (figlio di Aluwamna, fratellastro di Telepinu) in quanto significherebbe spostare il suo regno almeno di due generazioni successive.

Regno[modifica | modifica wikitesto]

Di Taahurwaili si ricorda un trattato con Eheya re del Kizzuwatna, i cui termini sono molto simili con quello tra Paddatiššu e Hantili II.[5]

Il regno di Taahurwaili si colloca in un lungo periodo di decadenza segnato, oltre da aspre lotte alla successione (che spesso caratterizzano le dinastie ittite), anche da sconfitte militari. Sul piano internazionale lo Stato non aveva più la preminenza assoluta neppure in Anatolia, anche a giudicare dal carattere paritetico del trattato con il Kizzuwatna.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Birgit Brandau e Hartmut Schickert, Gli Ittiti, Newton Compton editori s.r.l, 2006, p. 34.
  2. ^ Joost Blastweiler, Kings, Queens and princes of the Hittite Kingdom in the offering lists of the Royal ancestors in Anatolia in the Bronze Age, Arnhem, 2013.
  3. ^ a b S.R.Bin-Nun, Who was Tahurwaili, the grate king?, in Journal of Cuneiform Studies, vol. 26, n. 2, aprile 1974.
  4. ^ a b Trevor Bryce, The Kingdom of the Hittites, Oxford University Press, 1999, pp. 118-122, ISBN 978-0-19-924010-4.
  5. ^ Elena Devecchi, Trattati internazionali ittiti, Brescia, 2015.
Predecessore Re ittiti Successore
Telipinu o Alluwamna prima metà del XV secolo a.C. Alluwamna o Hantili II