Storia delle squadre della WNBA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le squadre che presero parte al primo campionato WNBA nel 1997 furono otto:

Il primo ottobre 1997 la WNBA annunciò che due nuove squadra sarebbero entrate nella lega dal campionato 1998:

Il 22 aprile 1998, il numero totale delle squadre fu portato a 12, con l'expantion team che nel campionato 1999 aggiunse altre due squadre:

Il 7 giugno 1999 la WNBA con quattro expantions teams per il campionato 2000, raggiunge il numero di 16 franchige:

Il 5 dicembre 2002, la WNBA annuncia che le Utah Starzz si sarebbero spostate a San Antonio:

Il 28 gennaio 2003, le Orlando Miracle vennero trasferite nel Connecticut:

L'8 febbraio 2005, il Commissioner della NBA David Stern, annuncia che la WNBA arriverà nella città del vento, Chicago, nella stagione 2006:

Il 16 dicembre 2006, la franchigia delle Charlotte Sting fallisce.

Il 17 ottobre 2007, il presidente della WNBA Donna Orender, annuncia che la WNBA a partire dalla stagione 2008 avrà 14 squadre con la nascita di una nuova franchigia ad Atlanta.

Nel 2008, il proprietario delle Houston Comets mette in vendita la squadra, ma nessuno la acquista. Il 2 dicembre 2008 la WNBA subentra alla dirigenza della società, annunciandone il fallimento. Le giocatrici delle Comets vengono inserite in un draft per essere scelte da altre squadre WNBA.

Il campionato WNBA 2009 vede dunque partecipare solo 13 squadre.

Il 20 ottobre 2009, le Detroit Shock vennero trasferite a Tulsa:

Il 20 novembre 2009, la franchigia delle Sacramento Monarchs fallisce.

Il campionato WNBA 2010 vede partecipare 12 squadre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

WNBA.com History

Pallacanestro Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro