Stella Angelini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stella Angelini (Cento, 22 febbraio 1922Roma, 6 giugno 1995) è stata una pittrice e scultrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha lavorato incessantemente dagli anni '50 a olio su tela - all'inizio sotto la direzione del maestro Otello Mombelli – pittore bolognese dei primi del '900. Dal 1960 fino agli anni '70 lavorò a Bologna tenendo, fra l'altro, un Galleria d'Arte stabile nella centralissima Via dei Musei chiamata La Tavolozza. Si spostò poi a Roma dove rimase fino alla sua morte e dove lavorò costantemente, ma tenendo comunque sue mostre personali in varie località: da Milano a Portovenere, a Bormio, a Capri e molte altre, ricevendo sempre diplomi e onorificenze.

Tecniche - attività[modifica | modifica wikitesto]

  • Sperimentato con successo varie tecniche di lavoro, in particolare la pittura su foglia oro, che ha utilizzato anche in dipinti su commissione sia per chiese che per saloni privati.
  • Abile restauratrice, ha lavorato per varie chiese.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ma l'onorificenza più alta per la sua opera l'ha ricevuta dal Presidente della Repubblica Giovanni Leone che nel dicembre 1972 le conferì la medaglia di Cavaliere dell'ordine “Al merito della Repubblica Italiana” per i lavori eseguiti nel Sacrario dei caduti di Marzabotto, due grandi affreschi murali in foglia oro e otto statue in lamina di bronzo.[1]

Altre opere importanti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 pale d'altare alla chiesa di Ravenna;
  • 4 bassorilievi alla chiesa di S.Pietro in Vasto;
  • 1 statua al Sacrario dei caduti d'Oltremare - Bari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Sacrario di Marzabotto, su comune.marzabotto.bo.it. URL consultato il 2 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2009).