Spore (videogioco 1987)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spore
videogioco
Spore C64.png
Schermata su Commodore 64
PiattaformaCommodore 64, Commodore 16, ZX Spectrum
Data di pubblicazione1987 (Commodore)
1988 (Spectrum)
GenereSparatutto a schermata fissa, rompicapo
TemaFantascienza
OrigineRegno Unito
PubblicazioneBulldog Software
ProgrammazioneJim Baguley (Commodore), Mike Webb (Spectrum)
MusicheDavid Whittaker
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputJoystick, tastiera
SupportoCassetta
Requisiti di sistemaSpectrum: 48K

Spore è un videogioco sparatutto con elementi rompicapo e strategici[1], pubblicato in edizione economica da Mastertronic con il marchio Bulldog Software nel tardo 1987 per Commodore 16 e Commodore 64 e nel 1988 per ZX Spectrum. L'ambientazione è fantascientifica, ma la grafica è semplice e quasi astratta; il combattimento ha ritmi veloci e somiglianze con il classico Gauntlet[2]. Le versione Commodore 64 venne di solito ben accolta dalla critica, in alcuni casi con giudizi ottimi[1]; le recensioni per Spectrum furono invece variabili e a volte molto negative[3].

Nel 1989 un seguito chiamato Mutant Zone era in fase avanzata di sviluppo per Commodore 64 e pianificato per ZX Spectrum, ma per ragioni ignote non venne mai pubblicato[4][5].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore controlla una navicella a forma di stella all'interno di un laboratorio infettato da letali spore geneticamente modificate. Il gioco si compone di livelli (50 su Commodore 64[6]), ognuno dei quali è un labirinto sempre più intricato e pieno di ostacoli e nemici. La visuale è fissa dall'alto e lo scenario è composto da oggetti piccoli e graficamente minimali, disposti su una griglia ideale di caselle. Lo scopo è raccogliere tutti i barili di pesticida disseminati nell'area, evitando di essere distrutti dalle spore.

La navicella può spostarsi o sparare nelle 8 direzioni cardinali, ma non entrambe le cose simultaneamente. Le spore, rappresentate come sferette pulsanti (rettangolini su Spectrum), puntano sempre direttamente contro la navicella, senza capacità di aggirare ostacoli, e quando hanno la strada libera la assalgono velocemente, sottraendole energia se riescono a toccarla. L'energia cala anche lentamente col passare del tempo e al suo esaurimento la partita termina. Ci sono generatori, in forma di quadratini rossi, che producono di tanto in tanto nuove spore; la navicella può distruggere sia le spore sia i generatori.

Il laboratorio è diviso in aree isolate da barriere laser, non oltrepassabili né dalla navicella né dalle spore, che si estendono tra due appositi quadratini e a volte fanno curve ad angolo retto grazie alla presenza di specchi. Il giocatore può spegnere ciascuna barriera sparando a uno dei rispettivi quadratini o deviarla sparando allo specchio. Altri elementi dello scenario sono pareti indistruttibili e terra che può essere gradualmente distrutta sia dai colpi del giocatore sia dalle spore. Oltre ai barili possono esserci power-up da raccogliere: boccette per ricaricare l'energia e pillole, attivabili quando si desidera, che fanno temporaneamente fuggire via le spore.

Il programma è dotato di un editor di livelli integrato.

La versione Commodore 64 originale include un minigioco eseguibile durante il caricamento da nastro[1], lo sparatutto Load 'n Play[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Zzap!64 33, ACE 3
  2. ^ Commodore User 51, Your Commodore 41
  3. ^ Your Sinclair 30, Sinclair User 73, Aktueller Software Markt 5
  4. ^ (EN) Mutant Zone, su gamesthatwerent.com.
  5. ^ Mutant Zone (JPG), in K, nº 3, Milano, Glénat, febbraio 1989, p. 53, ISSN 1122-1313 (WC · ACNP).
  6. ^ ACE 3
  7. ^ Roberto Nicoletti, Load 'n Play, su Ready64.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Commodore 64
ZX Spectrum

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Spore, su MobyGames, Blue Flame Labs.
  • (EN) Kim Lemon, Spore, su Lemon64.com.
  • Roberto Nicoletti, Spore, su Ready64.org.
  • (EN) Spore, su World of Spectrum.
  • (EN) Spore, su Plus/4 World.
  • (EN) Spore (remake gratuito per Windows), su tdbsoft.com, 2004.
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi