Han Fastolfe: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
→‎top: smistamento lavoro sporco e fix vari
m (BOT: Add template {{F|letteratura|luglio 2017}})
m (→‎top: smistamento lavoro sporco e fix vari)
 
{{F|letteraturapersonaggi letterari|luglio 2017}}
{{Tmp|Personaggio}}
 
'''Han Fastolfe''' è un [[personaggio immaginario]] del [[ciclo dei Robot]] scritto da [[Isaac Asimov]]. Appare per la prima volta nel romanzo ''[[Abissi d'acciaio]]''; compare anche in ''[[I robot dell'alba]]'' e in ''[[I robot e l'Impero]]'', sebbene in quest'ultimo solamente nel ricordo di [[R. Daneel Olivaw]].
 
Fastolfe è uno [[Spaziali (Asimov)|Spaziale]], abitante di [[Aurora (pianeta)|Aurora]], il suo pianeta natale. È uno scienziato, in particolare un ''robotista'' (creatore di robot), ed un uomo politico influente.
 
È stato il primo ad essere riuscito a creare, insieme a [[Roj Nemennuh Sarton]], un robot umanoide, [[R. Daneel Olivaw]], col proposito di osservare, attraverso il robot, la società umana sulla [[Terra (Fondazione)|Terra]], dove gli Spaziali non potevano recarsi a causa della loro poca resistenza alle malattie. In seguito ha creato [[R. Jander Panell]], un altro robot umanoide, disattivato poco dopo la sua creazione. È anche il costruttore di [[R. Giskard Reventlov]], sebbene questo sia un modello di robot più primitivo degli altri due.
{{Portale|fantascienza|letteratura}}
 
[[categoriaCategoria:Personaggi del ciclo dei Robot]]
[[Categoria:Scienziati immaginari]]
1 259 416

contributi

Menu di navigazione