So Long and Thanks for All the Shoes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
So Long and Thanks for All the Shoes
ArtistaNOFX
Tipo albumStudio
Pubblicazione21 ottobre 1997[1]
Durata30:04[1]
Dischi1
Tracce16
GenereSkate punk[1]
Rock alternativo[1]
Punk revival[1]
Pop punk[1]
EtichettaEpitaph Records[1]
ProduttoreRyan Greene[2]
Fat Mike[2]
Registrazioneagosto 1997[1]
NOFX - cronologia
Album precedente
(1996)
Album successivo
(2000)
(EN)

« It's funny how nothing seems much fun anymore to me now that I quit the drink, 'cause soberness it might be what I need, but it's certainly not how I wanna be »

(IT)

« È divertente come niente sia più divertente per me, ora che ho smesso di bere, perché la sobrietà sarebbe quello di cui ho bisogno, ma certamente non quello che voglio »

(NOFX - Quart in Session - So Long and Thanks for All the Shoes)

So Long and Thanks for All the Shoes è un album dei NOFX del 1997 pubblicato dalla Epitaph Records[1]. Nel 2006 si è classificato 23º nella classifica dei migliori 50 album punk di sempre stilata da Kerrang! e risulta essere il secondo album degli ultimi tredici anni (dopo Enema of the State dei blink-182), sempre secondo questa classifica[3].

Il titolo dell'album è un riferimento a tutte le scarpe lanciate alla band durante le numerose esibizioni dal vivo, e richiama il romanzo Addio, e grazie per tutto il pesce (So long, and thanks for all the fish) di Douglas Adams appartenente alla serie Guida galattica per gli autostoppisti[4].

Ha raggiunto la posizione numero 79 nella classifica Billboard 200[5].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. It's My Job to Keep Punk Rock Elite – 1:20
  2. Kids of the K-hole – 2:17
  3. Murder the Government – 0:46
  4. Monosyllabic Girl – 0:54
  5. 180 Degrees – 2:10
  6. All His Suits Are Torn – 2:18
  7. All Outta Angst – 1:52
  8. I'm Telling Tim – 1:17
  9. Champs Elysées (cover di Joe Dassin) – 2:02
  10. Dad's Bad News – 2:02
  11. Kill Rock Stars – 1:32
  12. Eat the Meek – 3:30
  13. The Desperation's Gone – 2:24
  14. Flossing a Dead Horse – 1:45
  15. Quart in Session – 1:36
  16. Falling in Love – 2:17

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[2][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (EN) Scheda dell'album su All Music Guide, su allmusic.com. URL consultato il 03/06/2010.
  2. ^ a b c (EN) All Music Guide, su allmusic.com. URL consultato il 03/06/2010.
  3. ^ Kerrang posts list of top 50 punk albums of all time., punknews.org. URL consultato il 05-03-10.
  4. ^ (EN) So Long and Thanks for All The Shoes, su nofxofficialwebsite.com. URL consultato il 7 luglio 2013.
  5. ^ (EN) Billboard.com. URL consultato il 03/06/2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk