Smite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Smite
videogioco
SMITE logo.png
Logo del gioco
PiattaformaMicrosoft Windows, Xbox One, PlayStation 4
Data di pubblicazioneWindows:
Mondo/non specificato 25 marzo 2014

Xbox One:
Mondo/non specificato 19 agosto 2015

PlayStation 4:
Mondo/non specificato 25 marzo 2016
GenereMOBA
TemaMitologico, Fantasy
SviluppoHi-Rez Studios
PubblicazioneHi-Rez Studios
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Supportodownload
Fascia di etàESRBT

Smite (generalmente stilizzato come SMITE) è un videogioco d'azione in terza persona online, pubblicato e sviluppato da Hi-Rez Studios il 25 marzo 2014 per Microsoft Windows, Xbox One e PlayStation 4.

Il gioco si distingue dagli altri del suo genere per due caratteristiche principali: è un MOBA in terza persona, con telecamera che insegue il personaggio anziché puntata dall'alto e liberamente manovrabile, e inoltre include come personaggi una grande quantità di divinità appartenenti alla mitologia di numerose antiche religioni.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Generale[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è un tipico MOBA e presenta varie modalità di gioco differenti, la più popolare è il Conquest: due squadre di giocatori (da 3 a 5 per ciascuna) e iniziano partendo ai lati opposti della mappa. Prima di iniziare vengono riforniti con 1.500 pezzi d'oro per equipaggiarsi prima della battaglia, dando bonus ed abilità. Come nei MOBA vi sono tre piste da seguire: a sinistra, in mezzo e a destra. Ogni corsia è difesa da Torri e Fenici che proteggono le basi dei giocatori danneggiando gli avversari in avvicinamento. Lo scopo del gioco è distruggere la Fenice della squadra avversaria e infine il Titano all'interno della base per assicurarsi la vittoria. In mezzo alle corsie vi è una giungla piena di mostri che i giocatori possono decidere di attaccare per guadagnare bonus extra come mana, danni e velocità. Il gioco si differenzia dagli altri per il punto di vista in terza persona, piuttosto che dall'alto, tipico di questo genere.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

  • Arena: modalità 5v5 in un'ampia arena circolare, con sei minion neutrali in grado di fornire vari bonus se uccisi. Ogni squadra inizia con un totale di 500 punti (tickets): sconfiggere un minion nemico ne farà perdere uno alla squadra avversaria e sconfiggere un Dio ne farà perdere 5; inoltre, se un minion raggiunge il portale posto dinanzi al punto di spawn avversario, farà perdere un punto ai nemici. Ogni 10 uccisioni di Divinità apparirà un minion da assedio, lento ed incapace di attaccare ma dotato di una quantità elevatissima di salute, che farà perdere ben 15 punti al team nemico se raggiunge il portale avversario. Il primo team a raggiungere quota 0 punti è sconfitto.
  • Joust: modalità 3v3 in una mappa con una singola corsia, una giungla (jungle) ridotta a 3 campi di minion neutrali e un Bull Demon King, nemico estremamente potente ma in grado di fornire enormi bonus se ucciso. La corsia ha una torre di guardia per team, seguita da una fenice e dietro di essa il Titano, che deve essere sconfitto per vincere la partita. Disponibile sia in modalità normale che nelle partite classificate (Ranked).
  • Conquest: modalità 5v5 più comune e unica utilizzata nei tornei professionistici, con una mappa molto ampia dotata di 3 corsie, una vastissima jungle e due creature di enorme potenza: il Fire Giant, che fornisce enormi bonus se sconfitto, e la Gold Fury, che dona grandi quantità di oro al team che la sconfigge. Ogni corsia ha due torri e una fenice prima di raggiungere il Titano; inoltre, le corsie laterali hanno lunghezza differente e ciò permette l'organizzazione classica di un team di SMITE. Disponibile sia in modalità normale che nelle partite classificate.
  • Siege: modalità 4v4 in una mappa con due corsie laterali e un'ampia jungle al centro, in cui è possibile ottenere ogni 10 uccisioni un potentissimo juggernaut da assedio, con un'elevatissima quantità di salute e forza d'attacco. Al centro della mappa è presente uno juggernaut selvatico che, se sconfitto, fornirà uno juggernaut da assedio bonus alla squadra. Ogni corsia è dotata di due torri e una fenice prima del Titano.
  • Clash: modalità 5v5 in una mappa con due corsie laterali e jungle ridottissima, al cui centro è presente un particolare campo di minion neutrali che, a intervalli regolari, si trasformerà nel potentissimo boss Apophis. Ogni corsia è dotata di una torre ed una fenice prima del Titano. Particolarità è che il punto di spawn delle squadre è distante dal Titano, e ciò ne rende più difficile la difesa.
  • Assault: modalità 5v5 in una mappa composta da una singola, lunghissima corsia senza vie laterali né jungle. Non è possibile utilizzare la funzione di teletrasporto istantaneo alla base, in cui si può tornare solo venendo sconfitti. La corsia è dotata di due torri e una fenice per squadra prima del Titano. Particolarità è che il personaggio del giocatore è selezionato in modo casuale fra tutti quelli posseduti, ma è possibile scambiarlo con quello di un compagno di squadra (se posseduto) o riselezionato a random una sola volta al costo di 250 Favore o 25 Gemme.
  • Duel: modalità 1v1 giocata nella medesima mappa della modalità Joust. Disponibile solo nelle partite classificate.
  • Match of the Day (MOTD): modalità dalle regole variabili e differenti ogni giorno.

Partnership[modifica | modifica wikitesto]

Hi-Rez Studios è in collaborazione con Tencent Holdings Ltd. e con Level Up! per diffondere il gioco su territorio cinese e latinoamericano.

Divinità[modifica | modifica wikitesto]

Pantheon cinese
Pantheon egizio
  • Neith, Weaver of Fate
  • Osiris, Broken God of the Afterlife
  • Ra, Sun God
  • Serqet, Goddess of Venom
  • Sobek, God of the Nile
  • Thoth, Arbiter of the Damned
Pantheon greco
Pantheon indù
Pantheon maya
Pantheon norreno
  • Fenrir, The Unbound
  • Fafnir, Lord of glittering gold
  • Freya, Queen of the Valkyries
  • Hel, Goddess of the Underworld
  • Loki, The Trickster God
  • Odin, The Allfather
  • Ratatoskr, The Sly Messenger
  • Skadi, Goddess of Winter
  • Sol, Goddess of the Sun
  • Thor, God of Thunder
  • Tyr, The Lawgiver
  • Ullr, The Glorious One
  • Ymir, Father of Frost Giants
Pantheon romano
Pantheon shintoista
Pantheon celtico
Pantheon slavo
Pantheon vudù
Pantheon polinesiano

Critiche sulle divinità indù[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012, quando il gioco era in fase di progettazione, ricevette subito critiche da parte di alcune autorità indù circa la manipolazioni di figure divine della loro religione, ritenendo offensivo l'uso adottato per i fedeli ed esortando i creatori del gioco a rimuoverli.[2]

Todd Harris di Hi-Rez risponde: "Smite include divinità ispirate da un insieme di pantheon diversi e in continua espansione, tra cui quello greco, cinese, egiziano e norreno. L'Induismo, essendo una tradizione tra le più antiche, grandi e diversificate del mondo, fornisce un'ispirazione alle divinità del gioco. In realtà, dato il concetto dell'Induismo di una sola verità con più manifestazioni fisiche potrebbe validamente interpretare tutti gli dei all'interno di Smite come indù. Così come anche gli dei al di fuori di Smite."

Nonostante la risposta, ancora il governo indù non si dichiara convinta. Maggiori preoccupazioni sono state prese riguardo all'aspetto di Kalì, rappresentata come molto erotica, anche se la sua figura è stata abbastanza modificata per coprirle il corpo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pele Enters the Battleground of the Gods in Latest Smite Update - Xbox Wire, su news.xbox.com. URL consultato l'11 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Hindu Leaders Unhappy With Smite, Hi-Rez Responds, rtsguru.com. URL consultato il 18 luglio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi