Ska Keller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ska Keller
ColognePride 2018-Samstag-Hauptbühne-1600-Politblock-Ska Keller-7632 (cropped).jpg

Copresidente del
Gruppo dei Verdi/Alleanza Libera Europea
In carica
Inizio mandato 2 luglio 2019
(con Philippe Lamberts)
Predecessore Rebecca Harms

Eurodeputato
Legislature VII, IX
Gruppo
parlamentare
Gruppo Verde/Alleanza libera europea

Dati generali
Partito politico Alleanza '90/I Verdi

Franziska "Ska" Keller (Guben, 22 novembre 1981) è una politica tedesca, parlamentare europea dal 2009 e candidata dei Verdi alla presidenza della commissione europea nel 2014 e nel 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Franziska Keller è nata il 22 novembre 1981 a Guben, in Brandeburgo, allora parte della Germania Est. Ha effettuato studi islamici, studi turchi ed ebrei alla Libera Università di Berlino e alla Sabancı Universitas di Istanbul. Si è laureata nel 2010.

Alle elezioni del 2009 è entrata a 27 anni a far parte del Parlamento europeo per il partito tedesco Alleanza '90/I Verdi, che aderisce al Partito Verde Europeo. Fa parte della Commissione per il commercio internazionale e della Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Turchia.

È stata la candidata dei Green Italia - Verdi Europei alla presidenza della Commissione alle elezioni europee del 2014 insieme a José Bové e, nota per il suo impegno contro la corruzione nell'Ue[1], nel febbraio 2018 ha partecipato alle proteste contro la corruzione in Bulgaria.[2]

È stata eletta per condurre i Verdi anche alle elezioni europee del 2019 insieme all'olandese Bas Eickhout[3] con un programma in dodici punti: lotta per il cambiamento climatico e sostegno alle energie rinnovabili, reddito minimo dignitoso, difesa dello stato di diritto e lotta alla corruzione, produzione di cibo privo di ogm e pesticidi, allevamenti senza crudeltà sugli animali, accesso gratuito a un'istruzione di qualità, posti di lavoro dignitosi per i giovani.[4]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Keller è sposata con l'attivista finlandese Markus Drake.

Ha abbreviato il nome da Franziska a Ska omettendone la prima parte (Franzi). Ha detto che non le piaceva essere chiamata "Franzi".[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ska Keller’s extraordinary Bulgarian experience reverberates in Brussels, in Euractiv.com, 12 febbraio 2018. URL consultato il 28 marzo 2018.
  2. ^ (EN) Green leader Ska Keller to join Sofia protests, in bulgarianpresidency.eu, 6 febbraio 2018. URL consultato il 28 marzo 2018.
  3. ^ (EN) European Greens elect leading duo, su European Greens. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  4. ^ Il programma per le Europee di Ska Keller e Bas Eickout dei Verdi, su wallstreetitalia.com, 28 marzo 2019. URL consultato il 25 maggio 2019.
  5. ^ (DE) "Ska Keller heißt eigentlich Franziska, nur mochte sie nicht Franzi genannt werden", su faz.net, 23 agosto 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305407499 · GND (DE1044447184 · WorldCat Identities (EN305407499