Simone Rossi (rugbista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Simone Rossi
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 93 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Tre quarti ala
Squadra Petrarca
Carriera
Attività giovanile
1998-2010 Amatori Milano
Attività di club¹
2010-2013 Grande Milano ? (?)
2013- Petrarca 64 (135)
Attività in franchise
2017- Benetton Treviso 1 (0)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 20 maggio 2018

Simone Rossi (Milano, 8 ottobre 1991) è un rugbista a 15 italiano, tre quarti ala del Petrarca e permit player del Benetton Treviso in Pro14.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili dell'Amatori Milano, fu nel 2010 alla Grande Milano a seguito del fallimento dello storico club meneghino. Nel 2013 vi è il passaggio al Petrarca in Eccellenza, dove al termine della stagione 2017-18 conquista lo scudetto divenendo campione d'Italia.[1] Nel corso dell'attività con la formazione patavina è stato chiamato in più occasioni in Pro14 come permit player del Benetton Treviso.[2]

Dall'inizio del 2016 Rossi è un punto di riferimento della Nazionale italiana seven, allenata dal tecnico inglese Andy Vilk;[3] mentre a novembre 2016 viene convocato anche nell'Italia Emergenti per un incontro contro il club scozzese dell'Heriot’s.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rugby, il Petrarca Padova torna campione d'Italia, Il Mattino di Padova, 19 maggio 2018. URL consultato il 20 maggio 201.
  2. ^ Benetton: Simone Rossi permit per gli Scarlets, in r1823. URL consultato il 12 febbraio 2018.
  3. ^ Italseven i 20 convocati di Andy Vilk, in FIR. URL consultato il 12 febbraio 2018.
  4. ^ Italia Emergenti: i 24 azzurri per il match contro gli Heriot's Scotland a Biella, Federazione Italiana Rugby, 2 novembre 2016. URL consultato l'8 novembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]