Sentiero attrezzato Alberto Bonacossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Sentiero attrezzato Alberto Bonacossa
Sentiero Bonacossa finale.JPG
Tipo percorsoVia ferrata
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
ProvinciaBelluno Belluno
ComuneAuronzo di Cadore
Catena montuosaCadini di Misurina
Percorso
InizioCol de Varda
FineMisurina
Altitudine max.2480 m slm
Altitudine min.1750 m slm
Dettagli
Tempo totale8 ore

Il sentiero attrezzato Alberto Bonacossa è una via ferrata delle Dolomiti orientali che offre un interessante attraversamento del gruppo dei Cadini di Misurina, offrendo a coloro che lo percorrono numerosi passaggi assicurati e soprattutto una magnifica cornice paesaggistica. Il percorso è in parte attrezzato e si addentra nel caratteristico gruppo dolomitico ricco di cime, guglie, campanili, torrioni e forcelle. Saltuariamente troppo esposto, riesce comunque ad offrire meravigliosi panorami del cuore delle Dolomiti di Cadore.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'attacco del sentiero, identificato con il numero "117" sulla presente segnaletica del CAI, è di fianco al Rifugio Col de Varda (2115 m) il quale è raggiungibile da Misurina in seggiovia oppure che percorrendo la strada sterrata che ha inizio proprio a fianco della stazione di valle della stessa seggiovia. All'inizio del sentiero si passa di fianco ad un cippo commemorativo che ricorda l'alpinista Alberto Bonacossa a cui il sentiero è intitolato.[1] Arrivati alla "Forcella de Misurina" (2395 m) inizia poi la discesa fino a raggiungere il fondo del Cadin della Neve, dove si incrocia il sentiero "118" e dove spesso è possibile trovare un ampio nevaio anche in piena estate. La salita successiva porta alla "Forcella del Diavolo" (2380 m) superato il quale si giunge presso il Rifugio Fonda Savio (2360 m) dove è possibile deviare anche per il sentiero "112".[2] Superate anche le due seguenti forcelle: "Forcella de Rinbianco" (2176 m) e "Forcella Longères" (2288 m), il sentiero prosegue con una larga cengia fino a raggiungere le Tre Cime di Lavaredo al Rifugio Auronzo.[3]

Nei tratti più esposti, sono installate funi metalliche e qualche scala,[1] nei canali più riparati è possibile trovare nevai anche nel periodo estivo.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 117 - "Alberto Bonacossa" - Sentiero attrezzato, su caiauronzo.it. URL consultato il 6 maggio 2018.
  2. ^ Sentiero Attrezzato BONACOSSA - CADINI di MISURINA, su vieferrate.it. URL consultato il 6 maggio 2018.
  3. ^ SENTIERO BONACOSSA, su sentieridimontagna.com. URL consultato il 6 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2018).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna