Scuola di Santa Maria degli Albanesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scuola di Santa Maria degli Albanesi
Venezia - Ex Scola degli albanesi (sec. XV) - Foto Giovanni Dall'Orto, 12-Aug-2007 - 01.jpg
Scuola degli Albanesi
Ubicazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Località Venezia
Indirizzo Calle del Piovan, 2762
Coordinate 45°25′58.94″N 12°19′52.78″E / 45.433039°N 12.331328°E45.433039; 12.331328Coordinate: 45°25′58.94″N 12°19′52.78″E / 45.433039°N 12.331328°E45.433039; 12.331328
Informazioni
Condizioni In uso
Uso abitazione

La Scuola di Santa Maria degli Albanesi è un edificio della città di Venezia, situato nel sestiere di San Marco al numero 2762 in calle del Piovan. È stata una delle scuole di mestiere e di devozione di Venezia ed è attualmente sede di un'abitazione privata.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La Scuola degli Albanesi raccoglieva tra i suoi confratelli gli albanesi residenti o di passaggio a Venezia. L'edificio risale alla fine del XV secolo e verso il 1531 furono aggiunti in facciata gli stemmi delle famiglie Loredan e Da Lezze accanto ad eleganti rilievi della scuola dei fratelli Lombardo, con la Vergine col Bambino tra i santi Gallo e Maurizio e il Sultano Maometto II che osserva il castello di Scutari, un'allusione alle vicende della storie dell'epoca, in cui l'Albania, come tutti i Balcani, era gravemente minacciata dall'avanzata dei Turchi ottomani. La stessa Scutari era infatti caduta nel 1479 e da allora la comunità albanese di Venezia era notevolmente incrementata.

Nel 1504-1508 la sala principale, l'Albergo, venne decorata da un ciclo di teleri con Storie della Vergine di Vittore Carpaccio, in gran parte frutto di aiuti.

Dal 1780 l'edificio ospitò la Scuola dei Pistori, cioè dei fornai. Nel 1808 la Scuola, al pari delle altre confraternite veneziane, fu soppressa dalle leggi napoleoniche e il suo corredo artistico e decorativo disperso. Oggi le tele di Carpaccio si trovano sparse tra i musei di Venezia, Milano e Bergamo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Venezia, serie Guide d'Italia (Guida rossa), Touring Club Italiano, Milano 1985 ISBN 978-88-365-0006-2
  • Bruno Dudan, I commerci veneziani in Albania e gli Albanesi a Venezia, Officine grafiche Carlo Ferrari, 1940.
  • Brunehilde Imhaus, Le minoranze orientali a Venezia, 1300-1510, Roma 1997.
  • Lucia Nadin Bassani, Migrazioni e integrazione: il caso degli Albanesi a Venezia (1479-1552), Bulzoni, Roma 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]