Savannah (gatto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Savannah (gatto)
Savannah Cat portrait.jpg
Dati generali
Etimologia Savannah (nome proprio del primo esemplare[1])
Blue Mars symbol.svg Padre Leptailurus serval
Pink Venus symbol.svg Madre Felis silvestris catus
Presente in natura no
Longevità 15 - 20 anni
Impieghi animale domestico
Dimensioni grandi
Lunghezza 1 - 1,20m
Altezza F1/F2 37 - 45cm, F3/successivi 28 - 34cm
Peso F1/F2 10,5 - 15kg, F3/successivi 4,5 - 6kg
Riproduzione
Fecondità Femmine feconde dalla prima generazione, maschi fertili dalla quinta generazione.

Il Savannah è un felino, un ibrido tra un servalo e un gatto domestico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo esemplare, una femmina di nome Savannah, venne ottenuto il 7 aprile 1986 da Judee Frank, un'allevatrice di Bengala che incrociò un maschio di servalo, appartenente a Suzi Woods, con una gatta siamese[1][2]. Il Savannah di Judee Frank attirò l'attenzione di Patrick Kelley, che acquistò un cucciolo nel 1989. Fu Kelley stesso a favorire la creazione di una nuova razza di gatto domestico, aiutato da Joyce Stroufe che compì assieme a lui i passi necessari per far riconoscere la razza.

Nel 1996 Kelley e Stroufe scrissero la versione originale dello standard di razza e la presentarono al consiglio della International Cat Association (TICA). La razza, però, non fu riconosciuta fino al 2001[3]. Il gatto Savannah può venire in diversi colori e modelli, tuttavia, gli standard di razza della International Cat Association (TICA) accettano solo modelli maculati con determinati colori e combinazioni di colori.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Primo piano di un esemplare di Savannah F1 di quattro mesi.

Corpo[modifica | modifica wikitesto]

Corpo rettangolare, lungo e muscoloso dall'ossatura robusta e dalle zampe lunghe e sottili. La coda non è particolarmente lunga, ha uno spessore medio, smussata in punta che è colorata di nero. Quando è in piedi, solitamente l'estremità posteriore del corpo è più alta delle zampe.[2]

La corporatura alta e magra dei Savannah inganna riguardo le sue dimensioni: queste risultano maggiori rispetto al loro peso reale. Le dimensioni dipendono molto dalla generazione e dal sesso, con i gatti maschi ibridi F1 di solito i più grandi. Le generazioni F1 e F2 sono di solito le più grandi, a causa della più forte influenza genetica dell'antenato servalo. Come con altri gatti ibridi come il gatto Chausie e il Bengala, la maggior parte dei gatti di prima generazione possiede molti o tutti i tratti dell'aspetto esotico del servalo, mentre questi tratti spesso diminuiscono nelle generazioni successive. Gli esemplari maschi tendono ad essere più grandi delle femmine.

I Savannah della prima generazione possono pesare fino a 15kg, con il maggior peso solitamente attribuito ai maschi sterilizzati F1 o F2. I Savannah di generazione successiva (da F3 in poi) diminuiscono sensibilmente di peso arrivando ai 4,5 - 6kg. A causa dei fattori casuali nella genetica Savannah, le dimensioni possono variare in modo significativo, anche in una cucciolata.

Testa[modifica | modifica wikitesto]

Forma triangolare leggermente più piccola del resto del corpo. Orecchie grandi, più larghe alla base e tonde in punta con ocelli caratterizzati da una fascia chiara centrale delimitata da tratti neri, grigi o marroni. Questi sembrano formare quasi la forma di un occhio.[4]

Occhi[modifica | modifica wikitesto]

Forma ovale allungata con il colore che può variare dal verde, al marrone, all'oro e all'ambra. A partire dai lati degli occhi, fino ai baffi, presentano delle marcature più scure che hanno l'utilità di proteggere l'animale dalla luce solare.[4] Quando sono cuccioli il colore degli occhi è blu.

Colore[modifica | modifica wikitesto]

L'unico mantello accettato dallo standard di razza TICA è il chiazzato.[3] I modelli e i colori non standard includono: rosetted, marble, snow (point), blu, cinnamon, chocolate, lilac e altri colori diluiti derivati ​​dalla genetica del mantello dei gatti domestici.

L'International Cat Association (TICA), per l'allevamento, richiede soltanto i seguenti tipi di colorazione:

  • Brown tabby: mantello marrone caldo-freddo, marrone chiaro o dorato con macchie nere o marrone scuro.
  • Silver tabby: mantello argento con macchie nere o grigio scuro.
  • Nero: mantello nero con macchie nere.
  • Black smoke: mantello argento con punta nera con macchie nere.[3]

Genetica e riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Genetica[modifica | modifica wikitesto]

Le generazioni vengono classificate con la lettera F seguita da un numero per identificare la quantità di genoma servalo nell'esemplare di Savannah:

  • F1= Prima generazione, con un genitore servalo (50% servalo, con casi di 75% e 87,5%)
  • F2= Seconda generazione, il servalo è il nonno (25% - 37,5% servalo)
  • F3= Terza generazione, servalo bisnonno (12,5% servalo)
  • F4= Quarta generazione (6,25% servalo)
  • F5= Quinta generazione (3,12% servalo)
Cuccioli di Savannah F2 "B" di una settimana.

I Savannah F1 sono molto difficili da allevare a causa della differenza significativa nei periodi di gestazione tra il servalo e un gatto domestico (75 giorni per un servalo e 65 giorni per un gatto domestico) e cromosomi sessuali. Le gravidanze vengono spesso interrotte o i cuccioli nascono prematuramente. Inoltre, i servali possono essere molto esigenti nella scelta dei compagni e spesso non si accoppiano con un gatto domestico.[2] In alcuni casi i Savannah possono raggiungere il 75% servalo. Tutti i casi di F1 al 75% (BC1) sono la progenie di una femmina F1 (vera F1) con un maschio servalo. Ci sono stati anche dei casi all'87,5% F1 (tecnicamente BC2), ma non si sa se questi siano sopravvissuti fino alla completa maturità e la fertilità è discutibile a quei livelli percentuali di servalo.[2] Più comune del 75% F1 è il 62,5% F1, che è il prodotto di una "F2A" (25% servalo, femmina) con un maschio servalo.

Un incrocio di Savannah può anche essere indicato dagli allevatori come "SV xSV" (SV è il codice TICA per la razza Savannah), oltre al numero di codice. I numeri di codice della generazione Savannah hanno anche un designatore di lettere che si riferisce alla generazione dell'allevamento da SV a SV:

  • La lettera A indica che un genitore è un Savannah e l'altro è un incrocio.
  • La lettera B è usata quando entrambi i genitori sono Savannah, con almeno un nonno A.
  • La lettera C è usata quando entrambi i genitori sono Savannah e uno di loro è un B, quindi almeno un bis nonno è A.
  • Le lettere SBT sono usate quando entrambi i genitori sono C, quindi ci sono almeno tre generazioni di Savannah.

Pertanto: A x (qualsiasi SV) = B; B x (B, C, SBT) = C; C x (C, SBT) = SBT, SBT x SBT = SBT.

Esemplare di Savannah F3 di un anno.

I Savannah della generazione F1 sono sempre A, poiché il padre è un incrocio non domestico (il servalo). La generazione F2 può essere A o B. La generazione F3 può essere A, B o C. La generazione F4 è la prima generazione che può essere un gatto SBT ed è considerata "razza pura".

Essendo ibridi, i Savannah presentano alcuni problemi a livello genetico e poiché il maschio Savannah è il sesso eterogametico, questi sono più comunemente colpiti, come secondo la regola di Haldane[5]. I maschi sono in genere di dimensioni maggiori e sterili fino alla generazione F5, sebbene le femmine siano fertili dalla generazione F1.

A partire dal 2011, gli allevatori hanno notato una ripresa della sterilità nei maschi nelle generazioni F5 e F6. Presumibilmente, ciò è dovuto alla maggiore percentuale di servalo nei gatti C e SBT. Il problema potrebbe anche essere aggravato dai geni secondari provenienti dal gatto leopardo negli incroci del Bengala, utilizzati pesantemente nelle fondamenta della razza.

Le femmine delle generazioni F1-F3 sono generalmente trattenute per la riproduzione, con solo i maschi offerti come animali domestici. Il contrario si verifica nelle generazioni F5-F7, ma in misura minore, con i maschi detenuti come gatti riproduttori e le femmine offerte principalmente come animali domestici.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

L'International Cat Association (TICA) per gli incroci accetta soltanto: Mau Egiziano, Ocicat, Oriental Shorthair e gatti domestici a pelo corto. Alcuni allevatori utilizzano anche il Maine Coon per la sua stazza ed il Bengala per la stazza e la vivida macchiatura, tuttavia queste due razze non sono accettate dagli standard.[2] Adesso che il Savannah è stato ufficialmente riconosciuto, nel campionato TICA, sono permessi soltanto accoppiamenti tra Savannah e Savannah, quindi da F2 in poi.

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

Essendo un ibrido fra un gatto selvatico e un gatto domestico, il Savannah ha un’indole piuttosto selvaggia, soprattutto nelle prime generazioni dove è maggiormente presente il DNA del servalo. Se ben addestrato durante i primi mesi di vita, sviluppa un carattere obbediente e devoto, che può portarlo a seguire il padrone in giro per casa. È molto curioso, attivo ed estremamente intelligente, tanto da poter essere addestrato al guinzaglio o a riportare una pallina. Una caratteristica spesso nota del Savannah è la sua abilità nel saltare. Sono noti per saltare su porte, frigoriferi e armadi alti. Alcuni possono saltare a circa 2,5 m di altezza da una posizione eretta. Sono animali molto curiosi, spesso imparano come aprire porte e armadi.

Molti Savannah non temono l'acqua, tanto da giocarci o addirittura immergersi, permettendo ai proprietari di fare loro dei saltuari bagni.[2] Presentare una ciotola d'acqua a un Savannah può anche rivelarsi una sfida, poiché alcuni iniziano prontamente a buttar l'acqua fuori dalla ciotola fino a quando non sarà vuota, battendo le zampe anteriori sulla superficie.

Un'altra stranezza che questi gatti hanno, è quella di gonfiare la base della coda in un gesto di saluto, scuotendola per l'eccitazione o il piacere. Il leggero gonfiarsi della pelliccia alla base della coda non dev'essere confuso con quello derivato dalla paura che coinvolge la schiena e l'intera lunghezza della coda.

Vocalmente possono o cinguettare come i loro padri servali, miagolare come le loro madri domestiche, sia cinguettare che miagolare, o talvolta produrre suoni che sono una miscela dei due. Il cinguettio si osserva più spesso nelle prime generazioni. Il Savannah può anche "sibilare" (un sibilo simile a un servalo, molto diverso dal sibilo di un gatto domestico) che assomiglia al sibilo di un serpente, per quanto sia molto più forte. I comportamenti aggressivi (che includono anche il sibilo, o soffio) sono più frequenti nelle generazioni F1 e talvolta nelle F2, con il susseguirsi delle generazioni questi comportamenti possono attenuarsi o scomparire a seconda della socializzazione del gatto.[2]

Salute[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni veterinari hanno notato che il servalo ha il fegato più piccolo rispetto alle sue dimensioni corporee rispetto ai gatti domestici e alcuni Savannah ereditano questa caratteristica, motivo per cui viene utilizzata una particolare cura nell'assegnare medicinali.[2] I valori del loro sangue possono variare rispetto a quelli del gatto domestico a causa dei geni del servalo. Non ci sono peculiarità mediche note dei gatti ibridi che richiedono trattamenti medici diversi da quelli dei gatti domestici, nonostante ciò che molti allevatori credono. I valori ematici delle savane non sono noti per essere diversi dal tipico gatto domestico, nonostante i suoi geni servali.

Le femmine hanno una bassa prolificità, spesso si hanno parti prematuri o aborti, con conseguente difficolta nella riproduzione e nella selezione. Le femmine partoriscono da uno a tre cuccioli, una volta l'anno.

Ha un'aspettativa di vita piuttosto lunga, compresa tra i 15 ed i 20 anni a seconda del patrimonio genetico del servalo.

Dieta[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono molte controversie riguardo la dieta più adatta a questi animali, ma solitamente non necessitano di particolari attenzioni.

Legislazione[modifica | modifica wikitesto]

In alcuni paesi, possedere un Savannah è vietato.

In Italia è proibito dalla legge possedere animali ottenuti dall’incrocio di specie selvagge, a meno che non siano già alla quarta generazione, quindi da F4 in poi. L'unica eccezione è l'allevamento a scopo riproduttivo, ma anch'esso è regolamentato da legge.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Blast from the Past. The Very First F1 Savannah
  2. ^ a b c d e f g h (EN) Nancy Robbins, Domestic Cats: Their History, Breeds and Other Facts, 1ª ed., CreateSpace Independent Publishing Platform, 14 Febbraio 2012, pp. 227-233.
  3. ^ a b c TICA Savannah breed introduction
  4. ^ a b Gatto Savannah: caratteristiche e cose da sapere, su Guida Pet, 18 agosto 2013. URL consultato il 20 aprile 2020.
  5. ^ Brunella Danesi, Haldane.
  6. ^ Gatto savannah - Carattere - Prezzo dei cuccioli, su Albanesi.it. URL consultato il 20 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Gatti Portale Gatti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di gatti