Mau egiziano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mau egiziano
Egy mau.jpg
Mau Egiziano di colore silver
Informazioni generiche
Luogo origineEgitto Egitto
Naturale
Nuvola apps browser.png
 Razza naturale
RiconoscimentoGftp.svg Razza riconosciuta
Standard
CFAstandard
FIFéstandard
TICAstandard
Tipo morfologico
Tagliamedia
Strutturamediolinea
Pelopelo corto

Il Mau egiziano, meglio conosciuto con la denominazione inglese di Egyptian Mau o, in modo meno preciso, Egyptian Mao, è una razza di gatto tra le più antiche ad essere state allevate dall'uomo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Era un gatto ritenuto sacro agli antichi egiziani, che li allevavano già nel 2000 a.C.

Nel 1954 la principessa russa Nathalie Trubeckoj portò due esemplari a Roma e poi, nel 1956, si trasferì in Canada, dove fondò un allevamento chiamato "Fatima", dove si impegnò a selezionare i soggetti più belli e gradevoli. Nel 1977 la CFA (Cat Fanciers's Association) riconobbe la razza, che venne presentata alle esposizioni e che, di conseguenza, ebbe un maggior successo oltreoceano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel mau egiziano, i soggetti maschio e femmina condividono l'allevamento dei gattini. Può accadere che alcuni maschi prendano parte al parto, tagliando il cordone ombelicale ai gattini. Analogamente, alcuni gatti partecipano all'educazione dei gattini. Se l'apprendimento della caccia è un compito riservato alla femmina, quello della toeletta è talvolta lasciato al maschio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Gatti Portale Gatti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di gatti