Sandbostel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sandbostel
Comune, apparten. a una Samtgemeinde
Sandbostel – Stemma
Sandbostel – Veduta
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Lower Saxony.svg Bassa Sassonia
DistrettoNon presente
CircondarioRotenburg (Wümme)
Territorio
Coordinate53°25′N 9°08′E / 53.416667°N 9.133333°E53.416667; 9.133333 (Sandbostel)Coordinate: 53°25′N 9°08′E / 53.416667°N 9.133333°E53.416667; 9.133333 (Sandbostel)
Altitudine8 e 9 m s.l.m.
Superficie31,54 km²
Abitanti837 (2007)
Densità26,54 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale27446
Prefisso(+49) 04284, 04764
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis03 3 57 040
TargaROW
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Sandbostel
Sandbostel
Sandbostel – Mappa
Sito istituzionale

Sandbostel è un comune di 837 abitanti della Bassa Sassonia, in Germania.

Appartiene al circondario (Landkreis) di Rotenburg (Wümme) (targa ROW) ed è parte della comunità amministrativa (Samtgemeinde) di Selsingen.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Località sede del lager omonimo, dove nel settembre del 1939 alcune migliaia di polacchi arrivarono come prigionieri di guerra. In seguito vi furono deportate centinaia di migliaia di persone compresi, dopo l'8 settembre 1943, militari italiani tra i quali Giovannino Guareschi, Gianrico Tedeschi, Marcello Lucini e Enzo Paci. Di questi, cinquantamila morirono di stenti, malattie, impiccati o fucilati. Dei caduti in questo lager si ricorda il padre del segretario della CISL Savino Pezzotta morto di fame dopo nove mesi di prigionia.

Lager

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marcello Lucini, Giuseppe Crescimbeni "Seicentomila Italiani nel Lager"
  • Elio Materassi, "Diari di guerra e di prigionia", Pontassieve: Centro Duplicazione Offset, 1992

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239560324 · GND (DE4266693-4
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania