Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Samih al-Qasim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samih al-Qasim

Samih al-Qasim (in arabo: سميح القاسم‎; Zarqa, 11 maggio 1939Rameh, 19 agosto 2014) è stato un poeta e giornalista palestinese con cittadinanza israeliana.

Di famiglia drusa, scriveva in arabo e il suo nome è associato alla rivoluzione e alla resistenza del popolo palestinese d'Israele. Fondatore del giornale Kol al-Arab, è stato membro del Partito Comunista di Israele (Rakah).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Al-Qasim è nato nel 1939 nella città di Zarqa nel nord della Transgiordania,oggi Giordania, mentre suo padre era nella Legione Araba del re Abd Allah I di Giordania. Egli proveniva da una famiglia drusa dalla città di Rameh in Alta Galilea. Ha finito la scuola secondaria a Nazaret. La sua famiglia costretta ad abbandonare la sua casa in seguito alla guerra (Nakba) del 1948. Nel suo libro su Principi e Arte, egli spiega,

« Mentre ero ancora a scuola elementare la tragedia palestinese si è verificata. Ritengo che la data 1948 sia la mia data di nascita, perché le prime immagini che posso ricordare sono di quella guerra. Il mio pensiero e le immagini nascono dal numero 48. »

(Samih al-Qasim)

Al-Qasim ha scritto 24 volumi di poesia nazionalista e pubblicato sei raccolte di poesie. Le sue poesie sono, in genere, relativamente brevi, alcune di soli due versi.

Come giornalista ha lavorato per i quotidiani al-Ittihad, al-Jadid, Index.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN7419294 · ISNI: (EN0000 0000 8086 2364 · LCCN: (ENn81043014 · BNF: (FRcb12099995g (data)