Same Govj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Same Govj
StatoItalia Italia
Fondazione1967 a Milano
Chiusura2002
Sede principaleMilano
Persone chiaveNello e Dino Govi
Settorevendita per catalogo
Prodottiabbigliamento, accessori, giocattoli, cosmetici, prodotti vari
Slogan«Superidee per tutti»

La Same Govj (denominata nel tempo anche Ditta Same, Govj Import, Govi Import, Same Govj Import) è stata un'azienda commerciale italiana, specializzata nell'importazione e vendita per corrispondenza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne fondata alla fine degli anni sessanta a Milano su ispirazione di altre aziende esistenti negli Stati Uniti finalizzate a importare e vendere per corrispondenza prodotti elettronici, giocattoli, cosmetici, spesso esagerandone le caratteristiche e le funzioni attraverso una campagna pubblicitaria e inserzioni commerciali sulla stampa.[senza fonte]

Inizialmente proponeva in vendita oggetti di uso comune come macchine da scrivere portatili tedesche Mayer Ltd, nel tempo il catalogo dei prodotti venduti, resi noti dapprima con pagine pubblicitarie con l'esposizione a vetrina dei prodotti, fino ad arrivare alla stampa di veri e propri cataloghi con prodotti della più varia natura come ricetrasmittenti, mangiadischi, proiettori (l'Episcopio Vistarama), calcolatrici da taschino, impianti hi-fi in miniatura, orologi, fucili e pistole giocattolo, ed altri prodotti di meccanica ed elettronica, oggetti di ottica quali lo "Spyscope Secret" (un cannocchiale minuscolo), ed oggetti dalle funzioni particolari come "penna a gas" per neutralizzare le persone, cosmetici come lo "Ercolex il supersviluppatore dei muscoli", una pomata in grado di aumentare la massa muscolare.[senza fonte]

Le "ossa" di una mano viste con gli "occhiali a raggi X"

Molti degli oggetti - quelli per cui l'azienda è essenzialmente ricordata nell'immaginario collettivo[1] - erano in già commercializzati negli USA da Harold von Braunhut[2], noto per aver depositato una quantità innumerevole di brevetti (quasi fino al termine della propria esistenza)[3], molti dei quali di dubbi utilità[4], seppure incredibilmente redditizi grazie ad un battage sui giornali per ragazzi. Celebri fra quelli venduti in Italia furono le buste contenenti le uova di creature denominate "scimmie di mare"[5] (che altro non erano se non esemplari di artemia salina[6]) - già lanciate negli USA nel 1959 come "Instant Life" e rinominate "Sea Monkeys" nel 1962[7] - oltre agli "occhiali a raggi X"[8], che constavano di una semplice montatura economica munita di lenti di cartone con al centro un buco e una lamina di polistirene o una piuma di gallina:[9] inventati da George MacDonald nel 1906, questi occhiali sfruttavano un semplice effetto ottico dovuto alla rifrazione della luce, tale per cui le ombre sembrano sdoppiarsi, dando l'illusione di vedere le ossa all'interno della mano vista in controluce oppure le forme del corpo sotto ai vestiti.[senza fonte] Gli stessi slogan contribuivano a fornire agli acquirenti - il target continuava ad essere quello degli adolescenti - un'aspettativa assai distante dalla realtà. Le scimmie di mare venivano descritte come capaci di dare "una vasca di felicità" mentre degli occhiali a raggi X si decantava la possibilità di penetrare oltre gli abiti.

Per sostenere la propria promozione - dato che le vendite avvenivano esclusivamente per corrispondenza - i titolari dell'azienda acquistarono per anni pagine all'interno dei giornali per ragazzi quali Intrepido, Monello, Diabolik, Topolino e Tv Sorrisi e Canzoni.

Durante gli anni ottanta, tentò di estendere il proprio target alla clientela classica delle vendite per corrispondenza, mercato dove avrebbe dovuto competere con aziende come Postalmarket e Vestro, dapprima acquistando ulteriori pagine pubblicitarie, e successivamente stampando veri e propri cataloghi, estendendo il proprio campionario ad oggetti per la casa e capi di abbigliamento classici.[senza fonte]

L'azienda aveva diverse sedi, una legale e altre commerciali. Nel trentennio della propria esistenza, la si trova a Milano in via Fauchè 1, Via Monviso 13 e Via Algarotti, 4 sempre in Milano[10], in alcuni casi viene fornito il solo numero di una Casella Postale: 886.

Nei primi anni 2000, l'azienda cessa ogni attività.

Alcuni dei prodotti in vendita[modifica | modifica wikitesto]

  • Bracciale della salute
  • Crema sostitutiva delle esche
  • Disegnorama - proiettore di disegni su carta
  • Micro macchina fotografica
  • Occhiali a raggi X
  • Penna Radio
  • Pomate per la crescita muscolare
  • Scimmie di mare
  • Sirena da tasca
  • Telescopio in plastica bianca
  • Tiro a rete

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enrico Panzi, Diana Est was here - forse è già mattino e non lo so, Lettere Animate Editore, 2015.
  2. ^ (EN) Jack Hitt, The Battle Over the Sea-Monkey Fortune. URL consultato il 25 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Harold Von Braunhut Inventions, Patents and Patent Applications - Justia Patents Search, su patents.justia.com. URL consultato il 26 settembre 2018.
  4. ^ L’arte del vendere fuffa: novanta anni dalla nascita di Harold Von Braunhut | Dude Mag, su www.dudemag.it. URL consultato il 26 settembre 2018.
  5. ^ Scimmie di mare: un mistero anni '70. URL consultato il 25 settembre 2018.
  6. ^ Le incredibili scimmie di mare - Il Post, in Il Post, 20 dicembre 2015. URL consultato il 25 settembre 2018.
  7. ^ Tim Walsh, Timeless Toys: Classic Toys and the Playmakers Who Created Them, Andrews McMeel Publishing, 2005.
  8. ^ Tutta la verità sugli Occhiali ai Raggi-X | Gialli, su gialli.it. URL consultato il 25 settembre 2018.
  9. ^ Articolo, in Focus, n. 57, Luglio 1997.
  10. ^ I prodotti Same Govj: scimmie di mare e occhiali a raggi X, su Anima mia: la nostra memoria bambina. URL consultato il 26 settembre 2018.