Salso (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il fiume Salso Himeras, vedi Imera meridionale.
Salso Cimarosa
StatoItalia Italia
RegioniSicilia Sicilia
Lunghezza72 km
Portata media5 m³/s
Bacino idrografico808 km²[1]
Altitudine sorgente1 000 m s.l.m.
Nascemonte Pizzo Gallo
SfociaLicata

Il Salso, chiamato anche Salso Cimarosa o Sugara è un fiume della Sicilia orientale che scorre interamente nel territorio della Provincia di Enna. A differenza del suo omonimo, il fiume Salso (o Imera Meridionale), che nasce dalle Madonie, il Salso Cimarosa nasce dai monti Nebrodi.

Il nome Salso è comune a molti fiumi e torrenti della Sicilia aventi origine in zone ricche di sali di sodio e potassio che ne rendono le acque salmastre (di qui il nome). In antichità era noto in latino come Cyamosōrus[2] (dal greco Κυαμόσωρος[3][4]) che costituisce la possibile etimologia di Cimarosa.

È un fiume di portata variabile, della lunghezza di 72 km, che ha origine da monte Pizzo Gallo, in territorio di Nicosia, dopo aver attraversato i territori dei comuni di Agira, Regalbuto, Gagliano Castelferrato e Centuripe diventa tributario di destra del Simeto. Lungo il suo corso superiore, sbarrato da una diga all'altezza di Regalbuto, forma il grande Lago di Pozzillo. In esso confluiscono i fiumi: Sperlinga, Cerami, Fiume di Troina di sotto e il torrente Galliano. Scorre a valle di Nicosia, Nissoria, Agira, Gagliano Castelferrato, Regalbuto e Centuripe.

La portata del fiume doveva senz'altro essere maggiore nelle epoche antiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda del bacino idrografico del fiume Salso Cimarosa (Regione Siciliana). Pag.32 di 336.
  2. ^ Roberto Salinas Price − Atlas of Homeric Geography (PDF), su agyrion.it. URL consultato il 14 luglio 2011.
  3. ^ Polibio, Storie, 1.9, su perseus.uchicago.edu. URL consultato il 14 luglio 2011.
  4. ^ Perseus under PhiloLogic, su perseus.uchicago.edu. URL consultato il 14 luglio 2011.
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia