Sicilia orientale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Viene definita Sicilia orientale quella parte del territorio siciliano che si affaccia sulla costa ionica della Sicilia.

Essa è costituita dalle città metropolitane di Catania e Messina e dai liberi consorzi di Siracusa e Ragusa.
Ad esse, per tradizione, si aggiunge il libero consorzio di Enna. Le motivazioni della suddivisione in Sicilia occidentale, Sicilia centrale e Sicilia orientale del territorio isolano risiedono principalmente nella storia antica; infatti l'area in oggetto è quella che fu maggiormente influenzata dalla civiltà greca. La Sicilia occidentale invece, oltre che di quella greca, fu essenzialmente sotto l'influenza punica.

Secondo la suddivisione medioevale in valli, l'area corrisponde a quella del Val di Noto e del Val Demone.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La Sicilia orientale è quella parte dell'isola che presenta il più alto rilievo montuoso, l'Etna e la più vasta pianura, la Piana di Catania.
Possiede anche il più vasto bacino idrografico, quello del Simeto. È inoltre attraversata dalla maggior parte delle catene montuose della Sicilia, i Peloritani, i Nebrodi, i Monti Iblei e gli Erei. La sua parte nord è quasi interamente montuosa e ricca di boschi, mentre la parte sud è meno alberata e più brulla, eccetto che sulla zona dell'altipiano Ereo-ibleo.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima è quanto mai vario proprio in virtù della varietà altimetrica del territorio e varia dal freddo umido e nevoso dell'area montana a nord al siccitoso e mite dell'area meridionale.

Antropizzazione[modifica | modifica wikitesto]

La Sicilia orientale presenta caratteristiche di antropizzazione antichissima che risalgono al Paleolitico superiore.

La fascia maggiormente urbanizzata è quella costiera ionica dell'area centro nord, tra Messina e Catania e quella costiera tirrenica, a nord, con un'alta densità abitativa e spesso senza soluzione di continuità tra comune e comune; mentre è poco popolata nella zona centrale in direzione di Enna e nell'area della Piana di Catania. Attorno alla città di Catania è presente il più vasto e popoloso fenomeno di conurbazione della Sicilia, con un unico agglomerato urbano di circa 730.000 abitanti.

La zona sud orientale invece presenta la caratteristica di avere grossi centri abitati ma distanziati l'uno dall'altro. Ciò è in parte attribuibile alla conformazione morfologica del territorio ed in parte a motivazioni storiche; la zona a sud, infatti, essendo esposta nei secoli passati alle continue incursioni piratesche presenta scarsi esempi di abitati costieri essendo invece tutti i grossi centri verso l'interno ed in posizione lontana dalla costa. La Piana di Catania invece non si prestava ad insediamenti abitativi perché paludosa ed infestata dalla malaria a causa delle esondazioni dei vari fiumi.

Le dieci città maggiormente popolate dell'area sono:

Stemma Città Provincia Popolazione
(ab)
Superficie
(km²)
Catania-Stemma.png Catania Catania Catania 314.758 180 km²
Messina-Stemma.png Messina Messina Messina 242.864 211 km²
Siracusa-Stemma.png Siracusa Siracusa Siracusa 123.768 204 km²
Ragusa-Stemma.png Ragusa Ragusa Ragusa 73.212 442 km²
Vittoria (Italia)-Stemma.png Vittoria Ragusa Ragusa 62.713 181 km²
Modica-Stemma.png Modica Ragusa Ragusa 54.937 290 km²
Acireale-Stemma.png Acireale Catania Catania 52.862 39 km²
Paternò-Stemma.png Paternò Catania Catania 49.479 144 km²
Misterbianco-Stemma.png Misterbianco Catania Catania 48.225 37 km²
Barcellona Pozzo di Gotto-Stemma.png Barcellona Pozzo di Gotto Messina Messina 41.525 58 km²

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia