SES Astra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'azienda italiana che produce veicoli, vedi Astra.
SES Astra S.A.
Logo
Stato Lussemburgo Lussemburgo
Fondazione 1985
Chiusura 2011
Sede principale Betzdorf
Settore Telecomunicazioni
Prodotti Servizi satellitari
Sito web www.ses-astra.com

SES Astra (dal latino "astrum", stella) era un'azienda del gruppo SES Global con una flotta di 13 satelliti televisivi e per comunicazioni geostazionari. SES Astra aveva proprie sedi a Betzdorf, in Lussemburgo, e ad Unterföhring e Berlino, in Germania.

Missione[modifica | modifica wikitesto]

I satelliti di SES Astra prestano servizio con un segnale radiotelevisivo ricevibile con un'antenna parabolica con diametro tra i 60 ed i 90 cm. In questo modo sono ricevibili più di 1700 canali analogici e digitali da più di 107 milioni di famiglie in Europa. Proprietaria della flotta di satelliti è la ditta SES Global (già SES-Astra, Società Europea di Satelliti-Astra) con sede a Betzdorf in Lussemburgo. Dal 2001 Ferdinand Kayser copre il ruolo di presidente ed AD.

Dettagli satellite[modifica | modifica wikitesto]

Satellite Data di lancio Produttore Modello Lancio veicolo Commenti
Astra 19,2° E
1H 16 giugno 1999 Hughes HS-601HP Proton
1KR 20 aprile 2006 Lockheed Martin A2100 Atlas V (411) Lanciato dopo il fallimento di Astra 1K.
1L 4 maggio 2007 Lockheed Martin A2100 Ariane 5-ECA Sostituito da 1E/2C;
1M 6 novembre 2008 EADS Astrium Eurostar E3000 Proton-M Sostituito da 1G e appoggiato a 19,2° E. Inizio servizio commerciale 20 gennaio 2009[1]
Astra 28,2° E
2A 30 agosto 1998 Hughes HS-601HP Proton
2B 14 settembre 2000 Astrium Eurostar E2000+ Ariane 5G
2D 19 dicembre 2000 Hughes HS-376HP Ariane 5G
Astra 23,5° E
3A 29 marzo 2002 Boeing HS-376HP Ariane 44L
3B 21 maggio 2010 EADS Astrium Eurostar E3000 Ariane 5-ECA Sostituisce 1E e 1G con 52 transponder in Ku band e 4 in Ka band. Lancio ritardato di circa due mesi dovuto a problemi del lanciatore.[2]
1E 18 ottobre 1995 Hughes HS-601 Ariane 42L Si sposta da 19,2° E a 23,5° E per provvedere alla creazione di spazio aggiuntivo per il lancio di Astra 3B.
1G 2 dicembre 1997 Hughes HS-601HP Proton-K Problemi di potenza, ora supporta al massimo 20 transponder. Spostato da 19,2° est febbraio 2010 prima del lancio di Astra 1M. Attualmente (luglio 2010) spostato a 31,5° E.
Astra 5° E
Sirius 3 5 ottobre 1998 Hughes HS376 Ariane 44L Usato solo per il riposizionamento di Astra 4A
4A 18 novembre 2007 Lockheed Martin A2100AX Proton-M Originariamente chiamato Sirius 4
1C 12 maggio 1993 Hughes HS-601 Ariane 42L Spostato da 19,2° E a 5° E per provvedere ad accostarlo ad Astra 4A.
Astra 31,5° E
2C 16 giugno 2001 Hughes HS-601HP Proton Inizialmente installato a 19,2° E.
1D 1º novembre 1994 Hughes HS-601 Ariane 42P Originariamente a 19,2° E; usato a 28,2° E e 23,5° E. Spostato a 31,5° E.
OPERAZIONI NON RECENTI PER SES ASTRA
1A 11 dicembre 1988 GE AstroSpace GE-4000 Ariane 44LP Il primo satellite Astrae. Ora ritirato in orbita cimitero.
1B 2 marzo 1991 GE AstroSpace GE-5000 Ariane 44LP Acquisito da GE Americom (Satcom K3). Ora ritirato in orbita cimitero.
1F 8 aprile 1996 Hughes HS-601 Proton-K Spostato nell'agosto 2009 a 57° E per SES World Skies fino a NSS12 è lanciato nei primi mesi del 2010
1K 26 novembre 2002 Alcatel Space Spacebus 3000B3S Proton Lanciato a 19,2° E.
5A 12 novembre 1997 Alcatel Space Spacebus-3000B2 Ariane 44L Precedentemente conosciuto come Sirius 2. Spostato a 31,5° E e rinominato Astra 5A il 29 aprile 2008. Orbita fallita nel gennaio 2009.
ORA IN COSTRUZIONE
1N Due Q2 2011[3] EADS Astrium Eurostar E3000 Sostituirà 1H e sarà messo in orbita a 19,2° E.
4B Due Q4 2011[3] Space Systems/Loral LS-1300 Aggiungerà nuova capacità a 5,0° E. Il stellite era formalmente conosciuto come Sirius 5.
2F Due Q4 2012[3] EADS Astrium Eurostar E3000 Aggiungerà capacità a 28,2° E.[4]
2E Due Q1 2013[3] EADS Astrium Eurostar E3000 Aggiungerà capacità a 28,2° E.[4]
5B Due Q3 2013[3] EADS Astrium Eurostar E3000 Aggiungerà nuova capacità a 31,5° E.[4]
2G Due Q1 2014[3] EADS Astrium Eurostar E3000 Aggiungerà capacità a 28,2° E.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New ASTRA 1M Satellite Ready For Operation, SES ASTRA, 20 gennaio 2009.
  2. ^ ASTRA 3B SATELLITE SUCCESSFULLY LAUNCHED, SES ASTRA, 22 maggio 2010.
  3. ^ a b c d e f Upcoming Launches: 2010-2014, SES Astra, 1º giugno 2010.
  4. ^ a b c d SES Orders Four New Satellites From ASTRIUM, SES ASTRA, 30 novembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN296541476
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica