SAME

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati di SAME, vedi Same (disambigua).
SAME
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1942 a Treviglio
Fondata daFrancesco e Eugenio Cassani
Sede principaleTreviglio
GruppoSAME Deutz-Fahr
SettoreMetalmeccanica
Prodotti
Sito web

La S.A.M.E., acronimo di Società Accomandita Motori Endotermici, venne fondata nel 1942 dai fratelli Francesco e Eugenio Cassani a Treviglio (Bg). È ora parte della multinazionale SAME Deutz-Fahr (SDF), a cui appartengono anche i marchi Deutz-Fahr, Lamborghini, Hürlimann, Grégoire A/S e Lamborghini Green Pro[1].

SAME Rubin 150

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1927 al secondo dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Trattore Cassani modello 40HP, esposto al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano

Nel 1927 i fratelli Francesco ed Eugenio Cassani progettarono e costruirono un trattore agricolo denominato Cassani 40 CV, azionato da un motore Diesel, una forma di propulsione che dagli anni venti aveva iniziato a trovare applicazione sui veicoli industriali, militari e ferroviari. Il motore era un bicilindrico orizzontale a due tempi con una cilindrata di 12.723 cm³, erogante quaranta cavalli a 550 giri/min, accensione a sigaretta ed avviamento ad aria con serbatoio in pressione, 4 marce (3 AV e 1 RM) e poteva raggiungere i 15 km/h[2]. Il costo di questa trattrice era di 28.000 lire. La trattrice progettata da Cassani venne venduta su licenza dalle Officine Gaetano Barbieri di Castelmaggiore.

La nuova società SAME, fondata nel 1942, inizialmente fabbricava motori a scoppio e diesel per uso civile e industriale, argani, gru, aratri, pompe antincendio. Nel 1946 nacquero i primi modelli di Autofalciatrice con motore a petrolio da 8 CV.

Dal secondo dopoguerra al boom economico[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1946 la SAME presentò alla Fiera di Milano una prima autofalciatrice a tre ruote, al cui motore, alimentato a petrolio, era possibile collegare altri macchinari e attrezzature agricole. Sviluppò così il primo "trattore universale" con cui affrontò il mercato nell'immediato dopoguerra.

Nel 1948 nacque il SAME 3R/10, un trattorino universale mosso da un motore monocilindrico a petrolio da 10 CV; era caratterizzato da due ruote motrici, una sola ruota sterzante, la carreggiata variabile e la guida reversibile. Venne premiato dall'Accademia di Agricoltura di Torino con la medaglia d'oro: il 24 ottobre 1948 il "Giornale dell'Agricoltura" lo definì "un gioiello dell'industria italiana".[3]

SAME Explorer

Nel 1950 iniziò la produzione dei modelli a petrolio, nacquero il SAME 4R/10 da 10 CV e il 4R/20 da 20 CV.

Nel 1952 venne lanciato il DA 25, il primo trattore moderno prodotto su scala industriale a trazione integrale, con motore bicilindrico diesel erogante 25 CV e 2280 cm³, 7 marce e una velocità di 24,3 km/h. La sigla DA significa Diesel Aria, raffreddamento ad aria, come da tradizione SAME. Inizia così la produzione su scala industriale delle quattro ruote motrici, un sistema originale di doppia trazione, già concepito come idea nel 1928.

Nel 1957 venne lanciato il nuovo DA 30 DT prodotto in 8 versioni diverse, che sostituì il DA 25. in questo periodo SAME realizzò anche diversi attrezzi specifici come aratri (monovomere, bivomere, a dischi, reversibile), estirpatori a molle, erpici a dischi, frese, ruspe posteriori, barre falcianti, rimorchi ribaltabili, pompe da irrigazione e trivelle. I primi modelli del DA 30 DT avevano un colore arancione con ruote verdi, ma verso la fine degli anni cinquanta cambiarono colore in rosso sia alla carrozzeria che alle ruote, con motore in colore grigio scuro.

Nel 1958 venne lanciato il SAME 240, soprannominato il trattore intelligente, in quanto equipaggiato di serie con il dispositivo S.A.C. (Stazione Automatica di Controllo) originale SAME, con controllo dello sforzo sui bracci inferiori di sollevamento, che sarà poi applicato negli anni successivi a tutta la produzione. Aveva un motore bicilindrico erogante 42CV con 6 marce avanti, 1 retromarcia e una velocità massima di 28,9 km/h.

Vista frontale del trattore SAME 240 del 1959

Dal boom economico alla fine degli anni settanta[modifica | modifica wikitesto]

Il 1961 fu l'anno del Puledro e del Samecar, trattore in grado di lavorare la terra e trasportare i prodotti grazie ad un cassone per il carico. Contemporaneamente venne sviluppata una nuova linea di motori a 6 e 8 cilindri.

La SAME presentò alla fiera di Verona del 1965 i nuovi motori a V e i trattori Italia V, Atlanta, Sametto V e 450 V. Altro passaggio importante fu il design delle nuove carrozzerie, con un passaggio dalle tradizionali linee dei cofani tondi a quelli più squadrati.

Nel 1965 venne lanciata sul mercato la serie Centauro con tre modelli. Aveva un motore a 4 cilindri a V, erogante 55 CV e 3500 cm³, 8 marce avanti, 4 retromarce e una velocità massima di 34.8 km/h.

Nel 1972 vennero presentate le trattrici Corsaro 70 e Saturno 80. Nel 1973 SAME acquistò da Ferruccio Lamborghini la Lamborghini Trattori S.p.A., introducendo nella propria gamma alcune tecnologie complementari, come i cingolati e i cambi completamente sincronizzati, che la Lamborghini Trattori aveva introdotto per prima sul mercato. Nel 1979 acquistò il marchio svizzero Hürlimann Traktoren, cambiando nomenclatura in Gruppo SLH (SAME+Lamborghini+Hürlimann), e diventando il secondo costruttore di trattori italiano ed uno dei primi sul mercato mondiale.

Trattori esposti nel Museo Storico SAME

Dagli anni ottanta alla fine del secolo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1983 venne lanciato la gamma SAME Explorer, uno dei prodotti di maggiore successo nella storia dell'azienda. È il primo trattore prodotto in Italia a raggiungere una velocità di 40 km/h ed è anche l'unico dotato di frenatura integrale sulle 4 ruote.

Alla fine degli anni ottanta tra le proposte del Gruppo SLH spicca un originale sistema di retrovisione tramite telecamera: il Twin Vision. Inoltre i motori SAME fanno un nuovo balzo qualitativo e tutta la serie 1000, progettata con attenzione alla modularità dei componenti, può essere dotata di regolazione elettronica dell'iniezione.

Nel 1991 con la gamma Titan viene lanciata la trasmissione Electronic PowerShift, progetto per potenze elevate, mentre con il Frutteto II venne realizzata una gamma di trattori dedicata all'impiego nei frutteti e nei vigneti.

Nel 1995 il Gruppo SLH acquisisce la divisione macchine agricole di Klöckner-Humboldt-Deutz: nasce così il gruppo SAME Deutz-Fahr.

Il ventunesimo secolo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 SAME porta sui trattori Rubin 200 il sistema autolivellante Galileo, studiato per agevolare le lavorazioni in pendio, vincendo nel 2000 il premio Golden Tractor for the design Millennium Edition.

Nel 2007 venne festeggiato l'80º compleanno del primo trattore realizzato da Francesco ed Eugenio, il Cassani 40 CV.

Il 12 ottobre 2012, presso la storica sede di Treviglio, SAME ha festeggiato i suoi primi 70 anni. In tale occasione, il marchio italiano ha annunciato nuovi investimenti e nuovi modelli per il futuro, in primis il trattore "Virtus" (100-110-120-130 CV) disegnato dalla Italdesign di Giugiaro.

Modelli prodotti[modifica | modifica wikitesto]

SAME puledro dt vigneto (1961)
SAME Leopard 90

Cassani:

SAME:

  • (1946) Autofalciatrice 851
  • (1948) Trattorino universale
  • (1950) 4R/10
  • (1952) D.A.12 - D.A.25 DT
  • (1953) D.A.38
  • (1954) D.A.12 - D.A.55
  • (1956) D.A.17 - D.A.67
  • (1957) DA 30 - Sametto 18
  • (1958) SAC (Stazione Automatica di Controllo)
  • (1959) 240 DT – 360 – 480 Ariete – Sametto 120
  • (1960) Samecar – Puledro
  • (1961) 250
  • (1965) Italia V – Atlanta
  • (1966) 450 V – Centauro
  • (1967) Leone 70
  • (1968) Ariete
  • (1969) Minitauro 55
  • (1971) Delfino
  • (1972) Sirenetta – Saturno – Corsaro – Aurora – Drago
  • (1973) Minitauro Cingolato
  • (1974) Falcon
  • (1975) Falcon Cingolato – Panther
  • (1976) Buffalo
  • (1977) Tiger
  • (1978) Leopard – Taurus Cingolato
  • (1979) Centurion – Leopard Cingolato – Minitaurus – Row Crop – Vigneron – Condor – Tiger Six
  • (1980) Hercules – Condor Cingolato – Jaguar
  • (1981) Trident – Mercury
  • (1982) Fox
  • (1983) Ranger – Explorer
  • (1984) Galaxy – Explorer Cingolato
  • (1985) Laser
  • (1986) Solar
  • (1987) Solar Cingolato – Frutteto
  • (1989) Aster – Antares
  • (1991) Titan
  • (1993) Argon – Solaris
  • (1994) Silver
  • (1995) Rock – Dorado
  • (1997) Golden
  • (1999) Krypton – Rubin
  • (2000) Diamond
  • (2001) Argon
  • (2002) Silver 160-180 – Iron

In produzione[modifica | modifica wikitesto]

SAME Dorado
SAME Iron 210

SAME trattori:

  • Solaris (35-45-55 CV)
  • Tiger (65-75 CV)
  • Argon³ (65-75-80 CV)
  • Dorado Classic (60-70-80-90-90.4 CV)
  • Dorado (70-80-90-90.4-100.4 CV)
  • Frutteto³ Classic (60-70-80-80.4-90-100 CV)
  • Frutteto³ (80-90-100-110 CV)
  • Krypton³ F (90-100 CV)
  • Krypton³ V (80 CV)
  • Krypton³ SIX (110 CV)
  • Explorer (80-90-90.4-100-105.4-115.4 CV)
  • Virtus J (90-100-110-120 CV)
  • Virtus (100-110-120-130 CV)
  • Fortis (120.4-130.4-140.4-140-150.4-150-160.4-160-180-190-215 CV)
  • Audax (200-220 CV)
  • Caricatori frontali

Modellini disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Modellino SAME Iron 100

Sono disponibili numerosi modellini in scala 1:32 e 1:43 dei trattori SAME realizzati dalle più conosciute marche di modellismo come l'italiana Ros-Agritec, la tedesca Siku e la francese Universal Hobbies.

Cassani:

  • 40CV (Ros-Agritec)

SAME:

  • D.A.25 (Ros-Agritec)
  • Iron 200 (Ros-Agritec)
  • Explorer III 100 (Ros-Agritec)
  • Iron 100 (Universal Hobbies)
  • Titan 190 (Ros-Agritec)
  • Explorer (Ros-Agritec)
  • 265 (Siku)
  • Iron 110 (Siku)
  • Diamond 265 (Siku)
  • 240DT (Universal Hobbies)
  • D.A. 30 DT Trento Universale (Universal Hobbies)
  • D.A. 12 (Universal Hobbies)
  • Diamond 270 ("Bruder")
  • Virtus 120 (Universal Hobbies)

Archivio[modifica | modifica wikitesto]

La documentazione fotografica, tecnica (disegni originali, brevetti, libretti d'uso e manutenzione, manuali d'officina, cataloghi parti di ricambio) e pubblicitaria (cataloghi, depliant, pubblicità a stampa, calendari, house organ, filmati) relativa alla produzione della SAME è conservata a Bergamo presso l'Archivio storico Same[4] nel fondo Same Deutz-Fahr (estremi cronologici:1918 gen. 1 - sec. XXI) [5][6], comprendente la documentazione storica della Same e dei marchi del Gruppo (Same, Lamborghini, Deutz-Fahr; Hurlimann). Tale fondo è riordinato e catalogato con un software di una società privata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia
  2. ^ Il Cassani 40 CV sul museo storico Same
  3. ^ Storia del marchio SAME
  4. ^ Archivio storico Same, su SIUSA. Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche. URL consultato il 6 aprile 2018.
  5. ^ fondo Same Deutz-Fahr, su SIUSA. Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche. URL consultato il 6 aprile 2018.
  6. ^ Fondo Same Deutz-Fahr Italia spa (1918 - inizio sec. XXI), su LBC Archivi. Lombardia Beni Culturali - Archivi. URL consultato il 4 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende