Ruediger Dahlke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ruediger Dahlke (Berlino, 24 luglio 1951) è un medico, psicoterapeuta e scrittore tedesco, attivo nel campo dell'esoterismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Frisinga, si è interessato sin da piccolo alle discipline spirituali.[1] Negli anni sessanta, a seguito del suo primo viaggio in India dove soggiornò nell'ashram di Maharishi, meta tra l'altro dei Beatles, si è dedicato alla meditazione trascendentale.[1] Apprese ancora diverse pratiche spirituali ed entrò in contratto con altri maestri orientali come Osho.[1] Studiò intanto medicina presso l'Università di Monaco, dove nel 1978 ha conseguito la laurea con una tesi sull'asma psicosomatica infantile. In seguito si è specializzato in psicoterapia, naturopatia e omeopatia. Dal 1977 al 1989 ha lavorato nell'Istituto di Psicologia Straordinaria fondato da Thorwald Dethlefsen, praticando le forme di cura da questi sviluppate, come quelle basate sull'astrologia e sulla reincarnazione.

Nel 1989 Dahlke ha fondato a Johanniskirchen, insieme alla moglie Margit, un suo Centro Terapeutico, in cui ha messo in atto un tipo di «medicina integrale».[2] L'approccio terapeutico di Dahlke, che si ricollega a concezioni esoteriche dell'ermetismo antico fino alla psicologia analitica di Carl Gustav Jung, intende evidenziare la natura psicosomatica di ogni malattia,[3] puntando a una guarigione olistica che coinvolga non solo l'aspetto fisico e meccanico ma soprattutto quello spirituale e metafisico della persona.[4] A tal fine grande importanza è attribuita al significato simbolico e analogico dei sintomi, come illustrato nel corso dei suoi seminari e nei suoi libri, in particolare Malattia e destino, scritto con Thorwald Dethlefsen, e Malattia linguaggio dell'anima. Dahlke ha anche sostenuto le proprietà teraputiche del digiuno e di una dieta basata sulla distinzione tra «cibi morti» e «cibi vivi».[5]

Nel 2010 ha fondato a Gamlitz, in Austria, il Centro «TamanGa», insieme alla compagna Rita Fasel. Dahlke continua a tenere diversi seminari e corsi di formazione sulla medicina esoterica, anche in Italia,[6] dove ha creato un'apposita Scuola di Medicina Integrale.[7]

Pubblicazioni in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Informazioni tratte dalla biografia di Ruediger Dahlke sul suo sito Archiviato il 27 luglio 2014 in Internet Archive..
  2. ^ Cosa è la Medicina Integrata Archiviato il 23 luglio 2014 in Internet Archive..
  3. ^ Emma Vitiani, Il rapporto psiche e malattia Archiviato il 25 luglio 2014 in Internet Archive. in "Salute e Benessere", 2013.
  4. ^ M.T. Coglitore, C. Corbellini, Medicina integrata Archiviato il 26 luglio 2014 in Internet Archive., pag. 21 e segg., Nfs, 2013.
  5. ^ Aa.Vv., L'Altra Medicina, n. 31, Viola Edizioni, Giugno 2014, pag. 14 e segg.
  6. ^ Scuola di Medicina Integrale – Dahlke 2013-2015 Archiviato il 26 luglio 2014 in Internet Archive..
  7. ^ Nasce in Italia la Scuola di Medicina Integrale del dr. Ruediger Dahlke.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95176634 · ISNI (EN0000 0000 7246 2141 · LCCN (ENn92072557 · GND (DE11814376X · BNF (FRcb120640746 (data) · BNE (ESXX1061640 (data) · NDL (ENJA00977178 · WorldCat Identities (ENlccn-n92072557